"Carissimi amici, sostenitori e tifosi”, comincia così la lettera che il Limina ha voluto postare sulla propria pagina social in un giorno speciale, per ringraziare chi ha lottato e continua a lottare da un anno, ma anche per confermare la propria presenza.

La società del presidente Nino Garufi si era ricostituita proprio quest’anno ma non ha avuto modo di scendere in campo a causa dello stop dei campionati, con la Terza categoria che non ha avuto neanche il tempo di iniziare.
“La terribile pandemia Covid-19 sta davvero mettendo a dura prova tutto il mondo. Il nostro primo pensiero va sicuramente a chi sta lottando contro il virus e a chi purtroppo non ce l'ha fatta. Vi siamo vicini. Non si può, mai, dimenticare il duro lavoro dei medici, infermieri e tutto l'intero personale sanitario che, da più di un anno, stanno lavorando duramente affinché si possa lentamente tornare alla normalità. A tutti loro, con il cuore, vogliamo dire Grazie!”.

Un messaggio importante quello del club biancoazzurro che, poi, si è concentrato anche sull’aspetto sportivo: “Ad oggi non possiamo dire con certezza quando si riprenderà a giocare, a stare insieme, a divertirci, a combattere per una vittoria, ad abbracciarci e rincuorarci dopo una sconfitta, ma vi possiamo garantire con certezza che noi ci saremo. Per quanto riguarda il calcio, anche se il periodo non è dei migliori, ci faremo trovare pronti e faremo in modo di essere presenti nel momento in cui sarà possibile ripartire”.

Nessun passo indietro per il Limina, che tornato nei ranghi Figc aspetta solo il nuovo esordio: “Questo maledetto virus va affrontato anche così, come una partita importante su un campo fangoso e pesante. Senza mai mollare. Ci manca tantissimo il calcio dilettantistico, quello sano, quello vero. Proprio per questo, non appena sarà possibile, vi aspetteremo a braccia aperte pronti a gioire”.

Sezione: Le categorie / Data: Dom 25 aprile 2021 alle 13:13
Autore: MNP Redazione / Twitter: @menelpallone
Vedi letture
Print