Raffaele Novelli, tecnico dell'Acr Messina, torna al rito dell'intervista pre partita dopo tre settimane, ma per lui il tempo non sembra essere passato: “E’ stato un periodo che abbiamo trascorso come tutte le altre settimane, con la stessa determinazione e attenzione che abbiamo dall’inizio della stagione. Abbiamo forse curato di più alcuni aspetti che, durante gli impegni continuati avevamo un po’ trascurato.“

La testa è da giorni solo al prossimo avversario, la Polisportiva Santa Maria Cilento, forte di una posizione in classifica abbastanza tranquilla dopo un girone di andata nelle zone alte: “E’ una squadra – afferma Novelli – che svolge entrambe le fasi di gioco con grande equilibrio, con giocatori che sanno ripartire molto bene in profondità, i quinti hanno tanta gamba, in inferiorità numerica sono stati capaci di rimontare con il Dattilo. Se gli lasci spazi, possono farti molto male.”

La sosta ha consentito di recuperare tanti infortunati e il mister conferma: “Convoco tutti gli elementi della rosa, poi sceglierò chi mettere in campo, ma sono tutti pronti". Unici assenti lo squalificato Lomasto (al suo posto Boskovic) e l'under Manganaro: "L’importante, a questo punto della stagione, è avere la testa concentrata sull’obiettivo, partendo dalla consapevolezza e maturità del gruppo, visto che ancora non abbiamo vinto nulla, le parole non fanno punti, ma solo l’aggressività e la tenacia consentono di andare avanti. Se ci mettiamo ad ascoltare quello che dicono fuori sulle nostre possibilità di vincere il campionato e non pensiamo solo alla prossima partita, perdiamo la nostra maggiore forza e andiamo incontro a sofferenze. Dobbiamo essere intelligenti a comportarci così e capire tutto questo. L’aspetto fisico e tecnico tattico non può avere grossi margini di miglioramento, adesso conta la parte mentale e occorre affrontare ogni sfida con la giusta mentalità, umiltà e serietà, lavorando giorno per giorno.”

La lunghezza del campionato, che nel calendario iniziale doveva finire proprio il 9 maggio, comporta un ulteriore sforzo da parte del tecnico per tenere sempre sulla corda i propri uomini, e Novelli coglie l’occasione per ribadire gli stessi concetti più volte espressi durante i mesi passati: “La realtà è questa. Non ci dobbiamo girare intorno, ancora mancano diverse settimane ed è bello giocare per degli obiettivi di classifica. Ora è il momento di costruire il nostro futuro, a partire dalla gara contro il Santa Maria. Mi dispiace annoiarvi con i soliti concetti. Ma questo è semplicemente la verità, dal mio punto di vista, vi prenderei in giro se dicessi altre cose, e non è nelle mie corde, sarebbe una mancanza di rispetto nei confronti del vostro lavoro. Solo all’ultimo secondo dell’ultima partita alzeremo la testa e vedremo la nostra posizione in classifica. Io conosco solo questo metodo per ottenere i risultati, se saremo bravi a farlo prima, meglio, ma dobbiamo essere preparati a conquistare la vittoria all’ultimo respiro del campionato. I tifosi è giusto che sognino, noi dobbiamo essere seri e concreti. Ogni squadra inizia da zero e vuole vincere, ma ci sono degli aspetti globali che devono coesistere per ottenere l’obiettivo, a partire dalla società, passando per i giocatori, staff tecnico, stampa, tifosi. Ma i primi dobbiamo essere noi che stiamo sul campo ad essere determinati e sempre concentrati. Io non penso oltre alla sfida con il Santa Maria, per me in casa o fuori non fa differenza, non guardo al calendario, la svolta definitiva e le certezze le avremo solo quando raggiungeremo il risultato finale".

I convocati:
Portieri: Lai, Caruso, Lima;
Difensori: Cascione, Mazzone, Giofrè, Boskovic, Sabatino, Izzo, Polichetti, Bellopede;
Centrocampisti: Aliperta, Cretella, Lavrendi, Vacca, Cristiani, Saindou, Crisci;
Attaccanti: Arcidiacono, Oggiano, Bollino, Foggia, Manfrellotti, Garofalo, Cunzi.

Sezione: Acr Messina / Data: Sab 08 maggio 2021 alle 15:32
Autore: MNP Redazione / Twitter: @menelpallone
Vedi letture
Print