Il giovane talento Matteo Antoci alla Reggina: "Darò il massimo"

L'attaccante esterno, classe 2006 originario di Santo Stefano di Camastra, è stato ingaggiato dal club calabrese, che lo ha prelevato dalla scuola calcio “Il Calcetto”, società satellite della Polisportiva Calcio Sicilia
25.08.2020 15:12 di Gino Pappalardo   Vedi letture
Il giovane talento Matteo Antoci alla Reggina: "Darò il massimo"

Un altro importante traguardo per il giovane Matteo Antoci, classe 2006 e originario di Santo Stefano di Camastra: il giovane calciatore, infatti, a soli 14 anni ha aggiunto un altro tassello alla sua fin qui breve ma positiva carriera. Dopo l'esperenza con i Giovanissimi del Palermo nel 2018, il ragazzo tesserato con la scuola calcio “Il Calcetto”, società satellite della Polisportiva Calcio Sicilia, ha trovato l'accordo con la Reggina 1914, club calabrese appena promosso in serie B.

Trasferimento a titolo definitivo per il giovane attaccante esterno che, quest'anno, ha disputato il campionato Under 15 (quindi in una categoria superiore rispetto alla sua età), realizzando 16 reti prima del lockdown e dello stop dei campionati. Le sue doti, però, non sono passate inosservate e, anche grazie al mister Fabio Vitale che gli ha dato fiducia, ha conquistato l'importante salto, seguito sempre dal direttore del Calcio Sicilia, Piero Dell’Orzo, che ha puntato spesso su di lui permettendogli di provare con diverse società professionistiche anche di serie A come Sampdoria, Lecce, Torino, Spal, Sassuolo o Parma.

Alla fine la Reggina ha mostrato il maggiore interesse per Matteo, che dal 4 ottobre vestirà ufficialmente la maglia amaranto e giocherà nel campionato Under 15 nazionale. Classe cristallina, umile e con grandi potenzialità tecniche, il giovane talento stefanese è in grado di ricoprire tutti i ruoli d’attacco, da trequartista ad attaccante centrale, da esterno sinistro e destro e con tali caratteristiche è considerato tra i 2006 più promettenti. 

Un'occasione da non perdere e lo sa bene lo stesso Matteo, che ha commentato con poche e semplici parole, cariche di entusiasmo: "Sarà molto difficile vivere lontano da casa, dagli amici e dalla famiglia. Ma sono disposto a dare il massimo per questa grande società".