Milazzo, Caragliano: "Mancano una punta di peso e qualche under"

Il trainer dei rossoblu fa il punto della situazione a dieci giorni dall'inizio del campionato: "Il nostro obiettivo è uno solo: vincere. Contenendenti? Rocca, Gangi e Santangiolese, la sorpresa sarà la Messana"
11.09.2020 13:46 di MNP Redazione Twitter:    Vedi letture
Fonte: Ufficio stampa SS Milazzo
Niko Caragliano
Niko Caragliano

Mancano appena 10 giorni all'esordio del Milazzo nel girone B del campionato di Promozione 2020-2021. I rossoblù del mister Domenico Caragliano scenderanno in campo sabato 19 settembre 2020, alle ore 14.30, al "Despar Stadium" di Camaro, a Messina, contro la Messana del tecnico Michele Lucà. Tenacia, grinta, unione, e spirito di sacrificio. Al di là della parentesi di Coppa contro il Gescal, il trainer mamertino suona la carica: "Smaltita la delusione per il mancato ripescaggio in Eccellenza - ha detto - siamo pronti e carichi per ripartire. Intanto ci aspetta il match di ritorno di Coppa Italia contro il Gescal, in casa, dopodiché ci immergeremo nel campionato".

Il girone B, un torneo ricco di avversità, ma in cui il Milazzo vuole assolutamente primeggiare: "Rocca-Acquedolcese, Gangi e Santangiolese sono le formazioni più attrezzate assieme a noi, ma io non sottovaluterei neanche la Messana, che inserisco tra le favorite. Hanno costruito un ottimo organico, con il giusto mix tra calciatori giovani ed elementi esperti, e con un ottimo allenatore in panchina".

Capitolo organico: "Quotidianamente con la società facciamo il punto della situazione. Manca ancora una punta di peso in grado di affiancare Rosario Rasà o che possa farlo rifiatare. Un centravanti che possa rappresentare per noi una valida alternativa e che dovrebbe arrivare entro la prossima settimana. Inoltre ho chiesto anche qualche altro under, possibilmente del 2002, per avere qualche alternativa in più a centrocampo e sulle corsie esterne in difesa. Anche per poter avere qualche soluzione tattica in più. Ringrazio il presidente e tutti i dirigenti per il grande supporto".

Le ambizioni del Milazzo, ormai, sono ben note: "Dobbiamo vincere e guadagnarci l'Eccellenza sul campo. Come ho già detto, Milazzo è una città che merita ben altre categorie e il campionato di Promozione ci sta decisamente stretto. Lo scorso anno ci ha fermato la pandemia, quest'anno metteremo anima, corpo e cuore per ottenere il massimo. Affronteremo ogni gara con il coltello tra i denti".