Dopo una settimana trascorsa con i soliti ritmi di lavoro, mister Novelli è concentrato sull’avversario di domani: “Il Rende, adesso, è una squadra profondamente diversa, almeno per 6-7 undicesimi, rispetto alle prime partite. La differenza di punti non conta per noi, perché in casa il Rende ha dimostrato, nell’ultima prova contro il Santa Maria mercoledì scorso, di essere una compagine compatta, solida, riparte con  esterni di gamba e di corsa e cerca la profondità con costanza, oltre ad essere forte anche in fase difensiva.”

Novelli non dà molto peso nemmeno al terreno di gioco sconnesso del “Marco Lorenzon” che potrebbe creare problemi ad una squadra votata al gioco come il Messina: “Questo non deve essere un limite – sottolinea il tecnico biancoscudato – perché anche nella gara contro la Gelbison di qualche giornata fa, pur essendo il nostro campo in condizioni quasi impraticabili per la pioggia e disputando molti minuti in inferiorità numerica, abbiamo creato tante situazioni pericolose sempre cercando la via della manovra. E’ chiaro che, se vogliamo raggiungere certi risultati a fine stagione, dobbiamo adattarci alle circostanze che si presentano in ogni partita, quindi, siamo pronti anche a tirare fuori altre caratteristiche, così come siamo chiamati a fare domani. In questo periodo complicato per i tanti rinvii dovuti principalmente al Covid (ndr saranno 4 i match posticipati anche nel turno in programma domani), al di là dell’ovvia preoccupazione primaria per la salute di tutti, è importante avere continuità nell’impegno agonistico settimanale, quindi, noi siamo attrezzati in qualunque eventualità, sia che, come per adesso, giochiamo ogni domenica, sia nel caso in cui dovremo fermarci di nuovo, come è già accaduto.”

Mister Raffaele Novelli | pre-partita

Mister Raffaele Novelli presenta la sfida di domani contro il Rende. #acrmessina #radionight

Pubblicato da ACR Messina su Sabato 23 gennaio 2021

La prima vittoria stagionale raccolta dal Rende nel turno infrasettimanale toglie la tensione per il risultato immediato agli avversari, ma Novelli vuole sempre stare sul pezzo: “Se noi giochiamo con la giusta intensità, restiamo corti, siamo intelligenti e maturi, senza perdere di vista la nostra forza, rispettando tutte le squadre che affrontiamo, possiamo ottenere sempre risultati positivi contro chiunque. Viceversa, se perdiamo  queste peculiarità, possiamo essere messi sotto anche da squadre di categoria inferiore.”

L’allenatore del Messina fa poi il punto sulla condizione di alcuni uomini in difficoltà nelle ultime settimane: Vacca è pronto per essere impiegato, viene da dieci giorni di allenamento costante e senza problemi, Bollino ha recuperato ed è disponibile, così come Giofrè o Izzo che saranno presenti domani in Calabria. Poi, come ho sempre detto, le scelte dell’undici iniziale dipenderanno anche dalle condizioni del terreno di gioco e meteorologiche, ma la cosa fondamentale è l’atteggiamento e la filosofia di gioco che con qualunque interprete dobbiamo mettere in campo sempre”.

Infine, Raffaele Novelli si sofferma sulle dichiarazioni polemiche di Ciccio Cozza al termine della gara di domenica scorsa, persa dal suo San Luca al “S.Filippo”, a proposito di un presunto battibecco con il tecnico biancoscudato al termine dei novanta minuti :“Conosco molto bene Ciccio per averci giocato contro tante volte, lunedì scorso mi ha chiamato chiedendomi scusa per il tono delle sue affermazioni e per avermi messo in mezzo senza che io avessi nulla a che fare con questo episodio. Domenica scorsa, da squalificato, ho seguito la partita dalla tribuna, alla fine della gara sono uscito seguendo il percorso destinato alla stampa e sono andato via, non ero in campo, quindi non capisco come possa avermi citato. Inoltre, questo tipo di comportamenti, gli insulti o la mancanza di rispetto nei confronti di un avversario sportivo sono lontanissimi dalla educazione che ho avuto dalla mia famiglia ed ho trasmesso alle mie figlie. Per quanto riguarda, invece, il trattamento che dovremmo ricevere nella partita di ritorno, sono dell’avviso che non bisogna mai rispondere a nessun genere di provocazione, il che non vuol dire essere deboli, ma tutto il contrario. Tra l’altro, ho seguito tutta la gara con il San Luca accanto ai dirigenti della squadra calabrese e non abbiamo avuto nessun tipo di problema, anzi, ci hanno fatto i complimenti per la vittoria e l’ottimo gioco espresso. Quindi, io vado avanti con la massima tranquillità e rispetto per tutti.”

Domani, al “Marco Lorenzon”, teatro di sfide vibranti negli anni 80, tra l’allora Sesso Rende e lo storico Acr Messina, la gara sarà arbitrata da una terna interamente piemontese composta dal signor Davide Gandino di Alessandria e dagli assistenti Ayoub El Filali, anche lui alessandrino, e  Matteo Pinna di Pinerolo.

Ecco i venti convocati da mister Novelli, partiti oggi dallo stadio “S.Filippo” insieme allo staff tecnico ed ai dirigenti subito dopo pranzo:

Portieri: Lai, Manno
Difensori: Mazzone, Cascione, Giofrè, Izzo, Lomasto, Sabatino, Boskovic, Bellopede
Centrocampisti: Aliperta, Saindou, Cristiani, Vacca, Crisci
Attaccanti: Arcidiacono, Bollino, Cretella, Manfrellotti, Foggia

Probabile formazione: Lai; Cascione, Lomasto, Sabatino, Giofrè; Vacca, Aliperta, Crisci; Bollino, Foggia, Arcidiacono.

Sezione: Acr Messina / Data: Sab 23 gennaio 2021 alle 16:55 / Fonte: Acr Messina
Autore: Davide Mangiapane / Twitter: @davidemangiapa
Vedi letture
Print