L’Fc Messina torna al “Franco Scoglio” per dimostrare che il mezzo passo falso di Troina è alle spalle e per farlo servirà una grande prova contro un avversario difficile come il Santa Maria Cilento. I campani, in calo rispetto al girone di andata e con diverse assenze per infortunio, rappresentano comunque un duro ostacolo ma i giallorossi di mister Costantino, in serie utile da tre gare, devono tornare al successo per restare vicini al vertice.
Senza gli attaccanti Carbonaro e Piccioni, il tecnico si affida a Marone in porta, Casella, Domenico Marchetti, Da Silva e Ricossa in difesa, Lodi, Agnelli, che ha recupero dopo un infortunio, e Palma a centrocampo con Caballero punta centrale nel tridente con Bevis e Bianco, nuovamente titolari. Ancora panchina per Fissore e Coria. 3-4-3 per il Santa Maria: Grieco in porta, Coulibaly, Romanelli e De Gregorio in difesa, Bozzaotre, Simonetti, Maio e Konios in mezzo e in attacco Capozzoli, Tandara e Maggio in attacco. Partono dalla panchina i due ex Acr Messina, Strumbo e Ragosta.

Primo tempo: Al 3' la prima occasione dell'Fc Messina: Palma gestisce palla al limite, appoggio centrale per Agnelli che prova il sinistro di prima intenzione con il tiro che finisce di poco alto sulla traversa. Al 10' contropiede degli ospiti con Maggio che allarga per Capozzoli che tenta il tiro ribattuto dalla difesa. Al 15' punizione di Lodi che la difesa respinge ma Bevis riconquista palla e prova il sinistro dal limite, Grieco un pò incerto ma efficace e concede solo il corner. Al 19' ancora Fc in avanti con un cross da sinistra di Bevis, colpo di testa di Caballero ma fuori tempo e arriva debole dalle parti del portiere. Al 24' traversone di Casella, Grieco smanaccia e Bevis recupera sulla sinistra, cross e colpo di testa di Palma che non inquadra la porta. Al 29' ottimo Bevis sulla sinistra, dribbla due uomini e conclude ma si oppone un difensore e l'Fc ottiene solo un angolo. Sul successivo corner di Lodi, passaggio per Agnelli che di prima intenzione manda altissimo. I campani si affidano solo alle ripartenze e si ripetono al 39': scatta Maggio e serve a destra Capozzoli che, in area, viene chiuso nuovamente dalla difesa e non riesce a concludere. Bello scambio tra Palma e Bianco al 43', cross dell'esterno ma Romanelli interviene in scivolata e devia in angolo. Sono ben 4 i minuti di recupero ma non succede nulla e la prima frazione si chiude sullo 0-0.

Secondo tempo: Nessun cambio e si comincia al 2' con un tiro dalla distanza di Da Silva che finisce oltre la traversa. Al 6' pallone dentro di Lodi per Bevis trattenuto in area ed è rigore. Dal dischetto va ovviamente Ciccio Lodi che non sbaglia e batte Grieco. Al 9' risponde il Santa Maria Cilento sfiora il palo con un tiro cross di Maio, Marone sbagli al'uscita ma Maggio a porta vuota non riesce a insaccare. La gara sembra più viva, il Santa Maria è costretto a scoprirsi, rischia su un'azione insistita dei locali con Bevis e Caballero, ma al 16' si rivede in avanti ancora con Maggio, tiro dal limite, smorzato da Da Silva e bloccato da Marone. Al 19' primo cambio per gli ospiti con Ragosta al posto di Tandara. Ospiti più offensivi, mentre i locali rispondono due minuti dopo con Giuffrida per Agnelli per dare così maggiore sostanza al centrocampo. Al 24' destro dalla distanza di Ragosta, Marone non rischia nulla e blocca. Al 32' ancora Maggio spara alto da centro area dopo una corta respinta di Casella su cross da sinistra di De Gregorio.Al 33' ammonito Palma che, diffidato, salterà la gara contro il Licata. Al 40' grande azione di Arena che, servito da Caballero, entra in area e rimette in mezzo di nuovo per Caballero che tutto solo calcia su Grieco in uscita e fallisce il raddoppio. Un minuto dopo ancora Arena a destra, cross lungo sul quale arriva Bianco, sinistro al volo e Grieco para in due tempi. Finale con una serie di cambi da una parte e dall'altra con il Santa Maria che prova a gettarsi in avanti mentre l'Fc si copre e gestisce. Al 46' espulso mister Esposito per proteste. Sono 5 i minuti di recupero e al 49' è Bianco a cercare la porta con un sinistro da fuori ma è fuori misura. Il forcing finale del Santa Maria Cilento non produce effetti e l'Fc Messina conquista tre punti fondamentali nella corsa promozione alla fine di un match difficile e deciso da un episodio.

FC MESSINA-SANTA MARIA CILENTO 1-0
Marcatori: 7' st (rig.) Lodi

Fc Messina: Marone, Da SIlva, Marchetti D., Palma (37' st Marchetti A.), Agnelli (21' st Giuffrida), Casella, Lodi (45' st Fissore), Caballero, Ricossa, Bianco, Bevis (29' st Arena). A disp.: Monti, Coria, Mukiele, Aita, Garetto. All.: Costantino
Santa Maria Cilento: Grieco, Romanelli, Konios (44' st Tompte), Coulibaly, Simonetti (33' st Romano), Maggio, Maio, Capozzoli (44' st Strumbo), Tandara (19' st Ragosta), Bozzaotre (27' st Foufoue), De Gregorio. A disp.: Polverino, Della Torre, Lambiase, Citro. All.: Esposito
Arbitro: Rispoli di Locri
Assistenti: Barcherini di Terni e Brunozzi di Foligno
Ammoniti: Maggio (SM), Agnelli (Fc), Palma (Fc), Da Silva (Fc), Foufoue (SM), Ragosta (SM)
Espulso: 46' st Esposito (all. Santa Maria Cilento)
Recupero: 4' e 5'

Sezione: Fc Messina / Data: Dom 07 marzo 2021 alle 14:32
Autore: MNP Redazione / Twitter: @menelpallone
Vedi letture
Print