Coppa Italia, la Messana rischia ma ribalta la Valdinisi: al "Despar" è 4-2

La squadra di Lucà supera il turno grazie alla tripletta di Mondello e al sigillo di Casella. Di Riposo e Ghartey le marcature ospiti.
12.09.2020 15:37 di Gregorio Parisi Twitter:    Vedi letture
Coppa Italia, la Messana rischia ma ribalta la Valdinisi: al "Despar" è 4-2

L'1-1 di sette giorni fa lascia aperte tutte le strade per Messana e Valdinisi, che si affrontano alle 14.30 al Despar cercando il passaggio del turno di Coppa Italia Promozione. Debutto tra le mura amiche per la squadra di Michele Lucà che deve rinunciare, oltre agli infortunati Pintabona e Manzella, anche all'esperienza di Brancati, che ha accusato un problema muscolare nel riscaldamento. In vista del debutto in campionato contro il Milazzo della prossima settimana, il tecnico della Messana potrà cercare le prime conferme in un gruppo che già all'andata ha giocato a viso aperto contro il team di mister Parisi. Fischio d'inizio alle 14.30, arbitra il fischietto etneo Luca Naselli coadiuvato dai signori Orazio Fazio di Acireale e Diego Pernicone di Catania.

LA CRONACA
Primo tempo: Si parte, inizia la gara tra Messana e Valdinisi. Al 3' primo lampo per la squadra di casa, Velardi trova la pronta risposta in corner di Simoni. Dalla bandierina parte però il contropiede ospite, contatto più che sospetto tra Konate e Angrisani, il signor Naselli non rileva alcuna infrazione e il lancio dell'11 del Valdinisi trova pronto Riposo che porta avanti i suoi. Palla al centro e subito la Messana può impattare ma da due passi Scimone non trova il tocco giusto, sulla ribattuta di Simoni ci prova ancora il classe 2001 che insacca, ma viene fischiato fallo sul portiere. Partita subito vivissima. Prova a riorganizzarsi subito la squadra di Lucà che al 9' ci prova da fuori con Lavecchia ma senza fortuna. Sfrutta maggiormente la fascia mancina del proprio 352 la Messana che va al tiro, alto, con Mondello al 12'. Qualche acciacco per Konate nel Valdinisi e già panchina al lavoro tra gli ospiti. Al 14' ancora Mondello, da piazzato, parte forte e teso con un mancino rasoterra che si insacca alle spalle di Simoni forse con una lieve deviazione di un difensore. Al quarto d'ora situazione nuovamente sul pari. 1-1 meritato e partita ora in mano alla Messana che prova a spingere ancora. Si rifà vedere in avanti la Valdinisi con Ghartey che da corner colpisce di controbalzo mandando a lato. Konate non ce la fa e al 20' Parisi ridisegna la squadra con Fleri che entra come terzino sinistro al suo posto e Cintorrino che si sposta avanti supportando Principato. Ci prova ancora Mondello un minuto dopo, bel sinistro però alto. Proprio Cintorrino ci prova con il destro al 25', esterno che non va lontano dall'incrocio. Intanto al Despar va via il sole e il clima si rinfresca, con le nuvole che minacciano pioggia sull'impianto di Bisconte. Buon break locale al 28' con Velardi, uno dei più attivi dei suoi, a recuperare a metà campo scambiando con Mondello, che imbecca nuovamente l'ex Milazzo, dribbling secco in area e cross per Scimone che conclude debolmente. Ancora Messana al 38' con Iovine che si rende pericoloso sugli sviluppi di una punizione. Palla alta ma ancora padroni di casa che ci provano e meriterebbero qualcosa in più rispetto agli avversari. Si sviluppa sempre a sinistra la manovra locale, con Cardia che al 43' imbecca Mondello, finta a rientrare e servizio su Velardi che prova una conclusione elaborata che termina alta. Dopo due minuti di recupero termina il primo tempo: 1-1 che sta stretto alla Messana, la Valdinisi dopo il vantaggio iniziale si è limitata a contenere.

Secondo tempo: si riparte. Il secondo tempo si apre sulla falsariga del primo. Ci prova Foti, alto, al 2', ma due minuti dopo è ancora Alberto Mondello a scrivere la sentenza: palla recuperata con Velardi che da sinistra mette in mezzo, ottima sponda di Scimone e il terzino goleador insacca di testa la doppietta personale e il 2-1 dei suoi. Al 12' Velardi fa tutto bene e libera a sinistra Mondello, mancino di prima fuori di un soffio. Ancora l'ex Camaro un minuto dopo imbecca Cardia, inserimento sul primo palo che trova il palo esterno. Al 17' primo lampo di Munafò che fa partire un siluro dai 25 metri che Alleruzzo para con sicurezza. Passa però un solo minuto e arriva il pari ospite: Ghartey è il più lesto di tutti ad arrivare su una palla a campanile al limite e con un preciso destro di mezzo esterno supera l'estremo difensore locale: 2-2. Messana subito a un passo dal nuovo vantaggio: al 20' Lavecchia sventaglia, Cardia non trova la giusta coordinazione e arriva Mondello, tiro cross che trova l'opposizione di Simoni, Foti prova a rimetterla subito per Velardi ma la difesa salva. Da corner Munafò fa partire il contropiede e solo un ottimo Lo Presti salva la situazione su Principato. Gara senza soste e al 22' De Luca trova il gol ma l'azione viene fermata per posizione di fuorigioco da parte di Di Vincenzo. Gli ospiti non vogliono però farsi trovare impreparati come prima e continuano a rispondere colpo su colpo: da corner Alleruzzo non trova la sfera in uscita e serve il riflesso di Foti per anticipare Gaeta in agguato. La Messana gioca ora con un 433 con De Luca riferimento centrale in avanti e Di Vincenzo con Velardi sulle fasce. Qualche secondo di paura per Mondello che cade male dopo un contrasto aereo ma riprende il suo posto in campo. La partita prosegue su ritmi rapidi ma con tanto nervosismo. La Messana va a caccia del gol qualificazione ma deve stare attenta alle ripartenze ospiti: Lucà si gioca anche la carta Casella per Foti per dare ancora più peso all'attacco. Ma arriva ancora il lampo che aveva già illuminato la gara in due occasioni e Alberto Mondello, con un inserimento da centravanti e un sinistro dei suoi trova il 3-2 al 40', la rete che porta avanti i giallorossi. Dal paradiso al purgatorio in un minuto, però, perché l'esterno, ammonito in occasione della terza marcatura, poco dopo riceve il secondo giallo e lascia i suoi in 10. Messana avanti e per ora qualificata, ma che dovrà affrontare il finale in inferiorità numerica. Vengono concessi quattro minuti di recupero. Al 48' tutta l'esperienza di Casella per trovare il penalty forse decisivo. Dal dischetto va proprio l'eterno bomber che spiazza Simoni e sigla quindi la qualificazione dei suoi. Ci prova infine Munafò ma ancora Alleruzzo è attento. Prova di forza della squadra giallorossa che nel finale riesce a trovare due reti grazie a un Mondello già formato campionato e a Casella. La Valdinisi ci ha creduto troppo tardi ma non ha demeritato nella seconda parte di gara.

Messana-Valdinisi 4-2
Marcatori:
 4' pt Riposo (V), 14' pt e 4' st Mondello (M), 18' st Ghartey (V), 40' st Mondello (M), 48' st rig. Casella (M).

Messana: Alleruzzo, Iovine, Mondello, Lavecchia, Angrisani, Foti (37' st Casella), Di Vincenzo (30' st Maisano), Scimone (15' st De Luca), Cardia, Velardi (42' st Romeo), Lo Presti. Panchina Picciolo, Spadaro, Signorino, De Gaetano, Bardetta. Allenatore Lucà.

Valdinisi: Simoni, Cintorrino, Micalizzi (42' st Caminiti), Gaeta, Riposo, Lombardo (36' st Lo Giudice), Marziale, Antonino Briguglio (13' st Munafò), Principato, Ghartey, Konate (20' pt Fleri, 44' st Ciatto). Panchina Triolo, Angelo Fiumara, Angelo Roberto Fiumara, Balastro. Allenatore Parisi.

Arbitro: Luca Naselli di Catania
Assistenti: Orazio Fazio di Acireale e Diego Pernicone di Catania

Ammoniti: Konate (V), Lavecchia (M), Gaeta (V), Velardi (M), Riposo (V), Angrisani (M), Casella (M).
Espulsi: 40' st Mondello (M) per doppia ammonizione.