Un 3-1 all'Acireale che certifica la partita perfetta del Città di Sant'Agata, come conferma a margine del match il mister Mimmo Giampà: "Affrontavamo la squadra, con Acr ed Fc Messina, più forte del campionato. Forse non l'abbiamo presa nel momento migliore. Abbiamo obiettivi diversi, ma entrambi dovevamo vincere. Davanti a noi, c'era una squadra che ha gente del calibro di Savanarola, Suare e Rizzo. I ragazzi hanno saputo soffrire, usando sempre la testa e dimostrando che Marina di Ragusa è stata una parentesi. Lì avevamo fatto una grande prestazione, ma nel finale rischiammo anche di perderla. Questo gruppo ha fatto un lavoro particolare, provando le soluzioni da adottare nel corso del tempo. Siamo insieme dal 7 gennaio e ci vuole tempo per vedere i risultati, che finalmente stanno arrivando. Dobbiamo rispettare l'avversario, loro, tra 4-2-3-1 e 4-3-3, cambiano aspetto durante la partita, lo sapevamo e siamo stati bravi ad adeguarci in fase di pressing. Sappiamo giocare a calcio e fare male".

Risultati importanti e margini di miglioramento: "Fino al sei giugno dovremo soffrire, il campionato dice questo e noi dobbiamo fare 19 punti in 14 partite, senza mollare mai. Sono certo, però, che la mia squadra rispetto alle altre ha margini di crescita più ampi. Considerate che il mio lavoro l'ho potuto fare dopo i primi 15 giorni dal mio arrivo. Entro fine aprile cresceremo ancora. Mi mancano sei mesi, che, al contrario, hanno gli altri"

Conferenza stampa post partita Città di Sant'Agata - Città di Acireale. In sala stampa mister Domenico Giampà

Pubblicato da Città di S.Agata su Domenica 28 febbraio 2021

La strada, in ogni caso, resta lunga: "Ci difendiamo e pressiamo in undici. Anche gli attaccanti aiutano il centrocampo, che oggi ha fatto una grande partita grazie pure agli esterni. La vittoria è di gruppo, ma resta un punto di partenza. Dobbiamo crescere, oggi respiriamo, ma ancora non abbiamo fatto niente. Adesso festeggiamo, perché i ragazzi lo meritano, avendo mangiato m...a fino a questo momento. Da martedì prepareremo lo scontro diretto con la Cittanovese e poi sfrutteremo la sosta per lavorare ancora meglio"

Giampà guarda anche ai prossimi match: "Io sono innamorato di questa squadra, come mia moglie e i miei figli. Devo fare loro i complimenti ma occorre resettare la mente e riprendere subito a correre. Nel gol dobbiamo prendere prima la linea e attaccare meglio la palla, invece ci dirigevamo verso la porta. Al netto dell'imperfezione, resta l'avversario. Un po' come ieri, nella partita della Juventus, in cui si è data la colpa ad Alex Sandro, in realtà la bravura era dell'attaccante. Oggi abbiamo centrato un bonus fondamentale in vista degli scontri diretti".

A commentare l'importante vittoria anche uno dei grandi protagonisti, Giorgio Cicirello, autore di una doppietta: "Volevamo recuperare i due punti persi mercoledì e abbiamo dato il massimo per raggiungere una vittoria meritata. Abbiamo sofferto e alla fine festeggiato". Una grande soddisfazione per il capitano, che si è messo alle spalle un periodo non facile: "Ho avuto un mese di stop ed è stato pesante, ma se la squadra fa bene faccio anche io bene e oggi è merito di tutti. Il mister ci fa dare tutto, abbiamo un grande staff".

Conferenza stampa post partita Città di Sant'Agata - Città di Acireale. In sala stampa il Capitano Giorgio Cicio Cicirello

Pubblicato da Città di S.Agata su Domenica 28 febbraio 2021
Sezione: Serie D / Data: Dom 28 febbraio 2021 alle 16:50
Autore: MNP Redazione / Twitter: @menelpallone
Vedi letture
Print