Il peggio per Giovanni Lavrendi sembra alle spalle. E' lui a presentarsi in sala stampa al termine del match pareggiato 0-0 dall'Acr Messina contro la Cittanovese: "Sto bene, finalmente ho ripreso ad allenarmi con il gruppo da una settimana. È una cosa che negli ultimi quattro mesi non mi riusciva in unessun modo. Ora ho risolto tutti i problemi. Non ho un fisico che richiede tempi lunghi per riprendere la condizione migliore, spero di tornare al top nel più breve tempo possibile"

Il pari è colpa anche di una formazione ostica, costretta a fare i conti con la pandemia: "Volevamo che andasse in un altro modo. Non siamo riusciti ad ottenere i tre punti, ma di fronte avevamo una squadra importante, a cui l'attuale classifica non rende pienamente giustizia. Hanno cinque gare da recuperare. Abbiamo provato a vincere fino alla fine, ma non è andata bene. Adesso bisogna rimettersi a lavorare in vista del turno infrasettimanale. Il mister la vede in modo differente da noi. A me è sembrata la solita squadra, poi è normale quando becchi gli avversari che stanno dietro e il tempo scorre senza riuscire a sbloccare il parziale, la difficoltà aumenta. Purtroppo in casa ci sta succedendo spesso"

Mister Novelli e Lavrendi | post-partita

Mister Raffaele Novelli e Giovanni Lavrendi al termine del pareggio contro la Cittanovese. #acrmessina #radionight

Pubblicato da ACR Messina su Domenica 21 febbraio 2021

L'occhio non può che cadere sull'immediato futuro e su un calendario, nel breve periodo, piuttosto ostico: "Sulla carta i prossimi impegni sembrano i più complicati, ma a guardare come è andato il girone scorso ci si accorge che non è così. Alla fine i punti li abbiamo persi su campi in cui non ce lo aspettavamo, da Rende a Marina di Ragusa. E' l'ulteriore conferma, anche a causa del Covid, che si tratta di un campionato particolare. Si perde e vince contro chiunque e ogni formazione non può essere sottovalutata"

Lavrendi è a Messina da diversi anni, per questo gli si chiede di allargare l'orizzonte e un paragone con il passato: "Questo torneo potrebbe essere quello giusto per il salto di categoria. Finalmente, a differenza del passato, si è riusciti a partire bene, quando si rovinava tutto in poche settimane. Stavolta siamo sulla strada giusta e l'obiettivo è solo continuare a lavorare per raggiungere i risultati"

Sezione: Acr Messina / Data: Dom 21 febbraio 2021 alle 18:27 / Fonte: Acr Messina
Autore: MNP Redazione / Twitter: @menelpallone
Vedi letture
Print