Laboratorio di diritto calcistico Unime, più di 550 partecipanti

A confronto studenti, avvocati, procuratori e dirigenti sportivi di tutta Italia con ospiti di prestigio: da Marco Storari a Polo Dattola sino a Michele Colucci
08.05.2020 12:18 di MNP Redazione Twitter:    Vedi letture
Laboratorio di diritto calcistico Unime, più di 550 partecipanti

Apprendere i “trucchi del mestiere” dalla viva voce dei professionisti che curano gli affari di top players e club di serie A, rivivere i retroscena delle trattative di calciomercato dalla prospettiva di dirigenti, procuratori e calciatori; imparare l’arte del negoziato, destreggiandosi con i complessi meccanismi che regolano gli stipendi dei calciatori, esaminare il bilancio delle società di calcio e capire come costruire un progetto vincente; scoprire come il contenuto di una clausola apparentemente innocua possa compromettere l’esito di una controversia internazionale del valore di svariati milioni di euro; elaborare le contromisure per far ripartire il sistema calcio dopo l’emergenza sanitaria.

Sono statti questi gli ingredienti dell’esperienza maturata dai numerosi partecipanti al Laboratorio di Diritto Calcistico, svoltosi nei giorni scorsi sulla piattaforma Microsoft Teams dell'Ateneo peloritano e  in diretta Facebook sulla pagina "Ius Law Web Radio", la radio dell’avvocatura. Si rinnova così la sinergia vincente tra il Dipartimento di Giurisprudenza e la sezione siciliana dell’Associazione Italiana Avvocati dello Sport, una formula che consente di coniugare teoria e pratica avvalendosi del fondamentale supporto di autorevoli studiosi e di professionisti di primissimo livello, protagonisti delle cronache sportive nazionali ed internazionali.

Il Laboratorio ha registrato oltre 550 richieste di iscrizione provenienti da studenti, avvocati, procuratori e dirigenti sportivi di tutta Italia ed oltre 18.000 contatti unici per la diretta Facebook.

In seguito alla presentazione a cura del prof. Francesco Rende (docente di Diritto Sportivo del Dipartimento di Giurisprudenza) e dell'avv. Claudio Parlagreco (Coordinatore AIAS Sicilia) i lavori sono stati inaugurati con l'intervista a Marco Storari, ad opera dell’avv. Aurelio Maiorana, legale di fiducia dell’ex portiere - sta le altre squadre anche del Messina - e futuro dirigente della Juventus. L'ex estremo difensore ha, in particolare, ricostruito la partecipazione dei calciatori alle trattative di mercato rimarcando come affidarsi ad un buon procuratore sia fondamentale per lo sviluppo della carriera dell’atleta. Proprio ai Professionisti del calcio è stato dedicato il primo incontro. A tratteggiare le figure di procuratore, avvocato dello sport e dirigente sportivo sono intervenuti l’avv. Polo Dattola, agente Fifa, l’avv. Cesare Di Cintio, DFC Legal, Marcello Pitino, dirigente sportivo. In chiusura l’avv. Massimo Rizzo, responsabile Aias Sicilia dei rapporti con gli enti locali e presidente della Commissione Bilancio del consiglio comunale di Messina, si è soffermato sul contributo della politica allo sviluppo del calcio.

Il secondo incontro, sul tema Calcio e impresa, è stato moderato dalla prof.ssa Laura Santoro, docente di Diritto Sportivo dell’Università di Palermo e membro del Collegio di Garanzia dello Sport presso il Coni. A dibattere del valore del brand delle società di serie A, del titolo sportivo, della tutela dei segni distintivi, dei contratti di sponsorizzazione e di merchandising, sono intervenuti la prof.ssa Angela Busacca, docente di diritto sportivo dell’Università Mediterranea di Reggio Calabria, il prof. Fabio Iudica, docente di Diritto sportivo dell’Università Milano Bicocca e arbitro Tas, l’avv. Gianni Assirelli, Studio Legale Assirelli & Partners, il dott. Mario Guardo, Studio Calcagno Aic.

Il calciomercato è stato, invece, oggetto del terzo appuntamento. Si è discusso di trasferimenti internazionali, di accordi economici nel calcio femminile, dei contratti degli allenatori, della figura dell’agente sportivo. Il dibattito, moderato dal prof. Giuseppe Liotta, docente di Diritto Sportivo dell’Università di Palermo, si è svolto con la partecipazione dell’avv. Salvatore Civale, presidente Associazione Italiana Avvocati dello Sport, dell’avv. Vittorio Rigo, Elsa Law, dell’avv. Ida Linda Reitano, componente Caef Figc, dell’avv. Lucia Bianco, Coordinatore AIAS Puglia, dell’avv. Pierfilippo Capello, Osborne Clarke.

Di estrema attualità, infine, l’ultima tavola rotonda dedicata all’incidenza dell’emergenza sanitaria sul sistema calcio e moderata dal prof. Angelo Federico, Ordinario di Diritto Privato dell’Università di Messina. A discutere delle possibili modalità di ripresa dei campionati e delle competizioni internazionali, di incidenza del Covid sui contratti dei calciatori e sui bilanci delle società di calcio, di informazione sportiva in tempo di lockdown, il prof. Iacopo Tognon, docente di Diritto Sportivo dell’Università di Padova e vice presidente della Lega Pro, il prof. Michele Colucci, Fifa Dispute Resolution Chamber, l’avv. Alessio Piscini, Associazione Italiana Calciatori, il dott. Damiano Lembo, Coordinatore nazionale Enti Promozione Sportiva Coni, l’avv. Fabrizio Carbone, Ius Law Web Radio.

L’organizzazione del Laboratorio è stata curata, oltre che dal prof. Francesco Rende anche dagli avv. Aurelio Maiorana, Claudio Parlagreco, Massimo Rizzo e Antonio Carmine Zoccali.