Continua il botta e risposta a distanza tra la società Ss Milazzo e i propri tesserati. Prima le dimissioni di mister Nico Caragliano, seguito da una breve nota del club, poi il comunicato della squadra e, adesso, un'ulteriore nota della dirigenza rossoblù, che ha preso posizione cercando di chiarire quale sia l'attuale situazione.

"Alla luce di ciò che abbiamo letto sui social e sulla stampa non possiamo che rimanere esterrefatti e meravigliati. Mai letta una simile mole di notizie così poco veritiere. Cerchiamo di ristabilire la verità con queste poche righe": inizia così la nota della Ss Milazzo che ha aggiunto: "A seguito delle dimissioni improvvise del mister Caragliano e del suo staff, delle quali la società non era stata preventivamente informata, apprendiamo di una serie di malumori espressi dai giocatori della Ss Milazzo".

Proprio su questo punto, l'attacco dei giocatori che lamentano anche arretrati, la società si è espressa in modo diverso: "Premesso che in data odierna non esiste alcun "probabile acquirente" e che le dimissioni così repentine di Caragliano non ci hanno ancora fatto valutare altri nomi di allenatori, riteniamo infondate le affermazioni fatte dai giocatori: residuali rimanenze sui rimborsi spesa di pochi giocatori, comunque ampiamente ristorati dai bonus statali, non possono costituire un ostacolo per il progetto imbastito dalla SS Milazzo, soprattutto in un momento così particolare a livello mondiale. Altresì, rimostranze sulle strutture sportive non sono assolutamente da imputare alla società. Altre voci e pettegolezzi non appartengono assolutamente a questa dirigenza".

In chiusura la società del presidente Frankie Alacqua ha voluto rassicuriare i tifosi: "Anche se non si conoscono le modalità di ripresa dei campionati, la SS Milazzo opererà sempre e solamente nell'interesse del simbolo che portiamo sulla nostra maglia".

Sezione: Promozione / Data: Lun 21 dicembre 2020 alle 09:57
Autore: MNP Redazione / Twitter: @menelpallone
Vedi letture
Print