Il San Fratello programma il ritorno in Promozione: novità in arrivo

Mister Reale potrebbe cambiare ruolo e, quindi, si pensa a un sostituto in panchina. La rosa sarà riconfermata e si punta a uno juniores 2002 e un attaccante. Presidente Di Bartolo: "Chiedo ai tifosi di sostenerci come hanno sempre fatto"
14.07.2020 18:06 di MNP Redazione Twitter:    Vedi letture
Fonte: ASD San Fratello
Il San Fratello programma il ritorno in Promozione: novità in arrivo

Il San Fratello inizia a muoversi sul mercato: diversi sono i colpi che la dirigenza neroverde sta tentando di concludere. Il tentativo è di riuscire a rinforzare ogni reparto almeno con un giocatore. Serve uno juniores 2002, preferibilmente nel reparto difensivo, così come potrebbe servire un attaccante.

La società guidata dal presidente Ciro Di Bartolo sta ragionando sulla guida tecnica per la nuova stagione, considerando che la posizione di mister Antonio Reale non è in dubbio ma potrebbe cambiare ruolo per assumere un incarico importante all'interno della società. Una scelta dovuta anche ai molteplici impegni di lavoro e che, quindi, potrebbe portare a un cambio in panchina. Ma potrebbe non essere l'unica novità in dirigenza, così come nell'organico si pensa a un colpo a sorpresa, che andrebbe ad aggiungere e garantire esperienza e qualità.
Si sta lavorando ad ampio raggio partendo dalla riconferma di quasi tutti i giocatori che hanno vinto il campionato. Un ulteriore sguardo molto importante è dato al settore giovanile: la dirigenza sta cercando delle soluzioni tenendo conto delle ultime novità riguardanti gli obblighi imposti dalla Figc, che riguardano la conduzione tecnica nel settore giovanile scolastico e agonistico.

Infine un appello del presidente Di Bartolo che al suo primo anno ha subito centrato l'importante ritorno in Promozione: “Ai nostri tifosi, che in questi anni non hanno mai abbandonato la squadra, voglio chiedere una piccola mano, un aiuto. Mi auguro che i miei concittadini continuino a fare ciò che hanno fatto negli anni secondo la loro disponibilità, ma soprattutto ci stiano vicini con l’affetto e la loro presenza. E’ questo ciò che ci spinge ad andare avanti”.