Messana, Ciccio De Luca: "Continuità e tradizione. Vogliamo divertirci"

Il direttore generale, alla ventottesima stagione in giallorosso, fa il punto dopo i primi dodici giorni di preparazione tra presente, passato e futuro
15.08.2020 11:15 di MNP Redazione Twitter:    Vedi letture
Ciccio De Luca
Ciccio De Luca

È partita col botto la nuova stagione per la Messana, che ha già ufficializzato gli acquisti di Alberto Mondello e Lillo Cardia, due colpi da novanta che sicuramente possono permettere alla società giallorossa di alzare l'asticella dopo un finale di stagione, prima dello stop Covid, in crescendo. Mondello e Cardia migliorano il livello tecnico ma anche competitività e mentalità in un gruppo già abbastanza rodato, alla guida del quale ci sarà ancora Michele Lucà.

Ma quali sono le sensazioni del riconfermato dg Ciccio De Luca dopo i primi dodici giorni di preparazione?
"Alberto è sicuramente un valore aggiunto, ma la nostra forza è sempre stato il gruppo e su quello continueremo a puntare. Ripartiamo da una base solida di ragazzi, praticamente nessuno dello scorso anno è stato svincolato, anche su precisa indicazione di mister Lucà. Speriamo di divertirci come sul finale della scorsa stagione. La preparazione al Cus sta andando bene, c'è un bel clima e questo ci fa ben sperare. Anche perché alla fine, facciamo calcio per questo, per stare bene insieme e divertirci"

A proposito dei compagni di viaggio, c'è stato un momento in cui sembrava potessero prendere altre strade, invece sono rimasti...
"Ho insistito personalmente con forza affinché Lele Rigano restasse, per la sintonia che abbiamo ma anche perché con le sue idee può aiutare molto la Messana a crescere. Abbiamo fiducia in lui e lui sa che può averla in noi. Per quanto riguarda Michele Lucà, nonostante le chiacchiere è sempre stata la nostra prima scelta, l'anno scorso quando c'è stato da cambiare e quest'anno quando c'è stato da riprogrammare. È importante proseguire sulla strada della continuità. Stiamo cercando di chiudere il cerchio nel più breve tempo possibile, ancora abbiamo alcune cose che stiamo valutando, soprattutto sui profili under. Ma contiamo di essere pronti prima dell'inizio della Coppa".

Quali sono gli obiettivi prefissati? 
"Con Lele questa estate abbiamo stilato un piano di crescita, condiviso dalla proprietà. Sappiamo che è impossibile riuscire ad ottenere tutto in pochi mesi, servirà lavorare sodo ma ci stiamo mettendo tutti grande impegno. Però qualcosa di positivo già ad inizio preparazione e non solo, si è visto. Sappiamo che abbiamo qualche lacuna nel settore giovanile, ereditata anche dagli eventi degli ultimi anni. Stiamo cercando una soluzione adatta assieme a Massimo De Domenico. Con la Prima squadra vogliamo divertirci ed essere attraenti per la città". 

Ventotto stagioni sempre con la stessa squadra. Un traguardo da fare arrossire Zanetti e Maldini... 
"La Messana ce l'ho dentro, ma come tutti quelli che ne fanno parte. Pippo Ammirata ha un traguardo ancora più lungo di permanenza ma quasi tutti quelli che compongono la nostra ossatura hanno parecchi aneddoti da raccontare. Ed è la cosa più bella perché la storia si tramanda".