Rimonte e successi: AtMe e Messana sullo stesso binario

Tra rimonte e vittorie allo scadere, le due squadre hanno superato il primo turno di Coppa Italia di Promozione regalando emozioni
14.09.2020 15:00 di MNP Redazione Twitter:    Vedi letture
Rimonte e successi: AtMe e Messana sullo stesso binario

Il doppio weekend di Coppa Italia ci ha consegnato il passaggio del turno per due delle tre compagini cittadine che militano in Promozione. Si tratta di Messana e Atletico Messina, che superando rispettivamente Valdinisi e Nuova Azzurra hanno conquistato l'accesso alla seconda fase, mentre è il Gescal l'unica peloritana a cadere, battuta nel doppio confronto dal Milazzo

Incredibilmente simile il percorso che ha portato le due formazioni alla superamento del turno: un pareggio all'andata e una vittoria in rimonta al ritorno, con tante emozioni fino allo scadere. La Messana di Michele Lucà studia da "grande" dopo il mercato estivo e l'arrivo in un prezzo pregiato che già si è distinto proprio nel match di ritorno: Alberto Mondello. Dopo il pari nella gara d'andata sul campo della Valdinisi, avanti con Munafò e raggiunta immediatamente dal primo sigillo stagionale di un fedelissimo di Lucà, Lillo Cardia, la formazione del presidente Pollicino ha rischiato di scivolare sul più bello, subito in svantaggio al "Despar Stadium" (biancorossi in gol con Riposo). Qui, però, è uscito tutto il carattere della Messana e del suo nuovo leader: Mondello firma su punizione l'1-1, poi di testa fa 2-1 a inizio ripresa e, dopo il momentaneo pari di Ghartey, firma addirittura la tripletta con un sinistro a giro dal limite che spiana la strada verso la vittoria. Mondello stesso, poco dopo, incappa in una ingenuità non da poco e rimedia il rosso per doppia ammonizione, lasciando i suoi in dieci ma ci pensa Casella a chiudere i conti e il poker. L'esperto bomber si procura e sigla il penalty del definitivo 4-2: turno superato e missione completata. 

Simile, ma non identica, l'altalena di emozioni vissuta dall'Atletico Messina. Da thriller il doppio confronto fino a cinque minuti dal termine dei 180 minuti. La squadra di Broccio all'andata, in casa, sembra chiudere la pratica dopo una manciata di minuti. Il gol di Bonanno e l'autorete di Celona portano il punteggio sul 2-0 ma danno troppa sicurezza ai biancazzurri, rimontati nella ripresa dalla Nuova Azzurra, in gol con Agrì e Piccolo. Ma non è finita, perché nel match di ritorno, Marcini porta avanti i locali firmando sugli sviluppi di un piazzato un 1-0 che dura fino all'85'. Pesa quel pallone tra le mani di Pasquale Princi, che nonostante l'errore dell'andata si assume la responsabilità di calciare un rigore che ha il sapore dolce della riscossa: 1-1. Non basta e allora ci pensa il classe 2002 Simone Lo Presti, che di ruolo fa il centrale di difesa, alla seconda gara con l'Atletico Messina, a involarsi sulla destra sfruttando un lancio lungo e a calciare al volo incrociando sul palo più lontano, firmando il 2-1 esterno dei suoi. 

Rimonte (fatte e subite) all'andata, rimonte vincenti al ritorno. Il destino di Messana e Atletico Messina sarà distante in campionato, separate dalla Lega, una confinata nel girone B e l'altra nel gruppo C, ma forse la Coppa, più avanti, potrà metterle di fronte, per un doppio confronto al "Despar Stadium" che potrebbe regalare tante emozioni.