Acr Messina, ora si paga: sfida con il San Luca sul web a 5,49 euro

Intanto, in seguito, all'ordinanza del sindaco De Luca per disputare le prossime partite servirà inviare una dichiarazione al Comune che attesti l'interesse nazionale della competizione
11.01.2021 13:44 di MNP Redazione Twitter:    Vedi letture
Acr Messina, ora si paga: sfida con il San Luca sul web a 5,49 euro

Sui social la voce è girata in fretta, spalancando le porte a critiche e commenti di approvazione in egual misura. Per guardare su Facebook la prossima sfida dell'Acr Messina, capolista in solitaria del Girone I di Serie D, serviranno 5,49 euro. Una novità proposta dai responsabili della comunicazione del club in vista dello scontro al vertice con il San Luca, ieri vittorioso sul Sant'Agata e adesso secondo in graduatoria, un punto sotto i biancoscudati. Si tratta, è bene precisarlo, di una prima assoluta, visto che, fino ad oggi le partite del club, pur trasmesse in diretta, erano gratis. Tra chi ritiene sia un giusto compromesso e coloro che ne contestano l'iniziativa, il dibattito si è aperto ed incendiato immediatamente.

Polisportiva Santa Maria vs ACR Messina [SERIE D - GIORNATA 11]

🥊 XI Giornata #SerieD #GirI Statistiche, Tabellino, Cronistoria www.wesport.it/partita/polisportiva-santa-maria-vs-acr-messina/ Video in Full HD https://youtu.be/kxydlx4_fms ❤️ Polisportiva Santa Maria 1932 1⃣ 🆚 ❤️ ACR Messina 1⃣ Marcatori: 17' Maggio PSM, 92' Crisci ACR WeSport.it #WeSportIT #SerieD #CampionatoDItalia

Pubblicato da WeSport.it su Domenica 10 gennaio 2021

Non è l'unica news di questo concitato inizio settimana. L'istituzione della zona rossa a causa dei contagi da Covid19 e le ulteriori restrizioni volute dal sindaco Cateno De Luca, infatti, hanno trascinato le loro conseguenze anche sul mondo dello sport. In uno degli articoli dell'ordinanza con cui il primo cittadino, a partire dal prossimo venerdì, istituisce una sorta di lockdown si fa riferimento alla chiusura degli impianti e alla possibilità di proseguire nelle attività esclusivamente per società che competano in categorie nazionali. Anche queste, tuttavia, per certificare il proprio diritto ad allenamenti e partite, dovranno inviare entro le 14 di mercoledì 13 un comunicazione al "dipartimento Servizi alle persone e all'impresa, comprovante l'avvenuta iscrizione al campionato di rilevanza nazionale e il nominativo degli atleti in rosa". L'accesso agli impianti, si sottolinea ancora, verrà riservato solo a questi, mentre il controllo sul rispetto della normativa sarà affidato alla Polizia municipale.