Ritorna finalmente in campo la serie D, dopo la sosta indetta dalla Lega per “pareggiare” il numero delle partite giocate nei vari gironi, spesso saltate a causa del Covid. A sette gare dalla fine, l’Acr Messina è saldamente in testa, con quattro punti di vantaggio sui cugini dell’Fc Messina e sei sui campani della Gelbison. Dopo le tre battistrada, poi, una voragine numerica ha decretato la fine dei giochi per le altre compagini: sono quindici, infatti, le lunghezze che separano Acireale e San Luca, quarte in classifica, dal vertice del campionato.

Gli uomini che compongono la squadra del presidente Sciotto, però, sono troppo esperti per non sapere che un campionato difficile, come la serie D, può riservare numerose difficoltà, soprattutto nella fase finale. I 21 punti in palio, infatti, rappresentano una risorsa non indifferente, sicuramente appannaggio delle inseguitrici. Ecco perchè occorre non mollare la presa, continuando a mantenere saldamente la vetta della classifica. Domenica prossima, sul manto erboso dello Scoglio, giungerà il Santa Maria Cilento, matricola impegnata ad evitare l’appendice thrilling dei play-out. I campani, infatti, si trovano, seppur con una partita in mano, con soli tre punti di vantaggio sul Castrovillari, al momento tredicesimo in classifica.

Com’è facilmente intuibile, la gara rappresenta un inedito assoluto e, al momento, la sfida di andata è l’unico precedente tra le due società. Il 10 gennaio scorso, sul sintetico del Carrano di Castellabate, gli uomini di Novelli rischiarono di rimediare una cocente sconfitta, evitata soltanto a tempo scaduto. L’Acr Messina si ritrovò, forse inaspettatamente, sotto di una rete già al 17’, in virtù della marcatura cilentana siglata da Maggio. Dopo il punto del vantaggio, i padroni di casa si chiusero a riccio, rintuzzando gli attacchi della capolista. Lo sforzo peloritano, però, venne ripagato al 92’, grazie al pareggio siglato da Crisci, entrato cinque minuti prima al posto di Cretella. Quel pareggio, che permise ai biancoscudati di mantenere la vetta, dimostrò alle inseguitrici il carattere della squadra dello Stretto, capace di riequilibrare un match rivelatosi più complesso del previsto.

POLISPORTIVA SANTA MARIA CILENTO - LA SCHEDA

Anno di fondazione: 1932

Miglior risultato: 1° in serie Eccellenza (2019/20)

Posizione attuale: 10° posto con 33 punti

Andamento delle ultime giornate: N-N-V-N-N

Miglior marcatore: Maggio (15 reti)

Sezione: Avversarie / Data: Ven 07 maggio 2021 alle 11:00
Autore: Marco Boncoddo / Twitter: @menelpallone
Vedi letture
Print