L’Aci Sant’Antonio si separa dai messinesi. In attacco c’è Frittitta

Già rescissi i contratti con Portovenero e Codagnone. Verso l’addio anche Fofana, anche se la società smentisce
01.09.2020 13:37 di MNP Redazione Twitter:    Vedi letture
Alessandro Codagnone
Alessandro Codagnone

L’Aci Sant’Antonio ha deciso di separarsi dai profili “messinesi” con cui si era legato quest’estate dopo il ritorno in Eccellenza. Salutato Mazouf, prelevato dal Gioiosa a luglio e adesso passato alla Castelluccese, sono ufficiali anche gli addii di Samuel Portovenero e Alessandro Codagnone.

Il primo ha rescisso il proprio accordo già pochi giorni dopo l’allenamento congiunto sostenuto con il Città di Taormina la scorsa settimana, il secondo nella mattinata di oggi, nonostante fosse sceso in campo nella sfida amichevole con l’Acireale di sabato. Una diaspora messinese che dovrebbe coinvolgere anche Losseni Fofana, che appare già ai margini del progetto santantonese. La società, però, smentisce con forza l'eventuale separazione dall'ex Atletico Messina: deciso, in tal senso, l'intervento del Direttore generale Graziano Strano, sia in privato che nei commenti sui nostri social, ma anche di altri membri della società.

Due profili, quelli di Portovenero e Codagnone,che adesso diventano appetibili per il mercato di Eccellenza e Promozione, con numerose squadre che stanno già corteggiando .

L’Aci Sant’Antonio, intanto, si è assicurato le prestazioni di Stefano Frittitta. Classe 1989, attaccante di grande talento ed esperienza, arricchisce il già forte reparto offensivo etneo. Reduce da una stagione divisa tra Siracusa e Real Siracusa Belvedere, Frittitta in carriera ha segnato oltre 80 reti, vestendo tra le altre le maglie di Acireale, Sicula Leonzio, Paternò, Palazzolo e Giarre.