Ledesma-Fc Messina, fine dei giochi. Idea Libertazzi per l'attacco

Il centrocampista conferma in un videomessaggio i problemi familiari e si scusa con Grabinski e Arena. Viste le difficoltà ad arrivare a Barcos, poi, sondati l'ex Rende e... Saveriano Infantino
10.09.2020 13:39 di MNP Redazione Twitter:    Vedi letture
Alberto Libertazzi
Alberto Libertazzi

Volevo scusarmi con la gente di Messina, con Cesar Grabinski e con il presidente Rocco Arena. Per me è un momento difficile, una scelta difficile e non riesco a venire. Ho avuto diversi problemi familiari e non possiamo andare avanti. Grazie di tutto, scusate ancora e in bocca al lupo per sempre”. Così, con un videomessaggio pubblicato sui canali social del Football Club Messina, Pablo Ledesma dalla sua Argentina saluta definitivamente la possibilità di vestire la maglia giallorossa.

La trattativa con l’ex calciatore del Catania, annunciato ufficialmente lo scorso 27 luglio, ha da subito avuto difficoltà sul piano burocratico, viste anche le sfortunate vicende personali che hanno riguardato Ledesma. Da settimane, però, era chiaro che l’argentino non avrebbe vestito la maglia del Football Club, tanto che l’area mercato giallorossa si era cautelata con l’ingaggio di Giuseppe Palma, omologo in campo di Pablo Ledesma.

Da un ex nazionale albiceleste all’altro altisonante esotico sogno del mercato estivo del presidente Arena. Sul bomber Hernan Barcos si riportano spostamenti da una parte all’altra del pianeta: Brasile, Spagna, Bangladesh, tutto per cercare di risolvere la questione con il Bashundhara Kings, la formazione bengalese con cui è tesserato fino a fine 2020, come riportato dal portale specializzato transfermarkt. Difficile, eufemismo, immaginarlo dividersi tra Celeste e San Filippo per allenamenti e partite nella stagione sportiva 20/21.

Una presa di coscienza che ha dato ancora più corpo alla volontà del Football Club Messina di continuare a guardarsi intorno per regalare la prima punta che manca allo scacchiere di Ernesto Gabriele. È italiana la pista seguita adesso dalla triade Ferrante-Grabinski-Rizzieri. Quella che porta ad Alberto Libertazzi è molto più di una semplice “voce”: è forte l’interesse dei giallorossi sull’attaccante cresciuto nel settore giovanile della Juventus (e in mano all’Acr lo scorso inverno). Reduce da una stagione in Serie C con 2 gol con il Rende, il classe ’92 ha già giocato con una dozzina di squadra, sempre tra i professionisti.

Un’altra pista, poi, conduce a Saveriano Infantino, il cui entourage discute da settimane con l’Acr Messina che cerca un'altra prima punta da affiancare a Ciro Foggia. Parlare di un possibile derby di mercato appare prematuro, anche perché il profilo di Infantino (16 gol in Serie C con la Carrarese nell’ultima stagione) fa gola a numerose squadre di categoria superiore, tra cui il redivivo Catania.