Si torna in campo dopo due domeniche senza calcio e l'Fc Messina è atteso dalla difficile gara sul campo del Rotonda, che arriva a questa sfida dopo una settimana particolarmente agitata, tra le dimissioni di mister Boncore, le dichiarazioni del presidente Bruno e l'arrivo del neo tecnico Pepe. I lucani giocano per raggiungere la matematica salvezza, ma con due gare in meno sperano ancora in qualcosa di più e in quella zona play-off attualmente lontana sei lunghezze.
Per i giallorossi, invece, l'imperativo è vincere per dare continuità alle ultime vittorie, soprattutto in trasferta, e non perdere terreno dalla capolista Acr. I 4 punti di svantaggio non sono un gap incolmabile ma la squadra di mister Costantino non potrà permettersi alcun passo falso. L'Fc, che ha dovuto fare i conti con qualche problema fisico, si schiera con il 4-3-1-2, dando seguito alle ultime uscite. Davanti a Marone, la linea difensiva è composta da Marchetti, Fissore, Cangemi e Ricossa mentre, ad impostare il gioco, un inedito trio composto da AgnelliLodi e Bevis, con Arena padrone della trequarti, in appoggio alla coppia d'attacco composta da Carbonaro e Caballero. Si accomoda in panchina el mago Coria, insieme a Palma e Piccioni. Tutto da scoprire, invece, il "nuovo" Rotonda di Alfonso Pepe, all'esordio sulla panchina lucana: la formazione di casa dovrebbe schierarsi con il 3-4-1-2, affidandosi all'estrosità di Actis Goretta e Ferreira in avanti, supportati da Adeyemo. Si accomoda in panchina, per problemi fisici, il portiere titolare e capitano Polizzi, sostituito da Kaspunitis

Primo tempo: Inizia la sfida sul sintetico del Di Sanzio di Rotonda, con una temperatura estiva. Football Club Messina in tenuta interamente blu, mentre i padroni di casa scendono in campo con la classica casacca verde con inserti bianchi. Inizia in attacco la formazione lucana, conquistando un calcio d'angolo poi sventato addirittura da Caballero. Al 5' il primo squillo dell'Fc Messina, con Lodi che prova la conclusione, ribattuta dalla retroguardia potentina. A dispetto del gran caldo, la gara appare abbastanza viva frizzante. Al 7' il vantaggio dei padroni di casa con Ferreira, abile a risolvere, con il piatto sinistro, una mischia nell'area dei peloritani. Al 14' esce proprio l'autore del gol, Ferreira Da Luz, per un problema fisico, al suo posto Diop. Prova a reagire il Football Club, con due angoli consecutivi conquistati al 19': il secondo si conclude con un tiro insidioso di Arena, bloccato da Kapustinis. I peloritani provano ad aumentare la pressione ma il Rotonda, grazie al gol realizzato a freddo, si difende ordinatamente, rintuzzando gli attacchi degli ospiti. Episodio dubbio alla mezz'ora: azione travolgente di Arena che, dopo aver saltato due uomini, trova Caballero, abile a servire Bevis che insacca la palla del pareggio. Il guardialinee, però, alza la bandierina, annullando il pareggio degli ospiti. Proteste vibranti degli uomini di Costantino, tra i quali viene ammonito Carbonaro. Momento favorevole agli ospiti che, alla ricerca della rete, stanno assediando la porta del Rotonda. Il Football Club Messina sta attaccando senza soluzione di continuità e, al 35', Carbonaro colpisce il palo esterno dopo un'azione personale. Al 40' una conclusione di Lodi, deviata in angolo da Kapustinis, viene trasformata in rimessa dal fondo dal guardalinee: i calciatori del Football Club continuano a protestare con la terna arbitrale che allontana gli uomini in blu. Finisce il primo tempo al Di Sanzo di Rotonda, con i padroni di casa in vantaggio per 1-0. Sicuramente più propositivo il Football Club Messina che può recriminare per il gol annullato a Bevis ed il palo esterno scheggiato da Carbonaro.

Secondo tempo: Inizia la ripresa senza cambi. Stesso copione del primo tempo: il Football Club Messina preme nella metà campo lucana, senza però raccogliere i frutti del proprio sforzo. Occasione per i peloritani: Ciccio Lodi, abile a liberarsi nello stretto, serve Caballero che, dopo un buon controllo, spara a lato. Nuove proteste ospiti per un brutto fallo del già ammonito Ceesay, non sanzionato dall'arbitro con il secondo giallo. Continua la pressione degli ospiti, alla disperata ricerca del pareggio, mentre i padroni di casa si limitano a controllare. Costantino, nel tentativo di cambiare l'inerzia della gara, inserisce el mago Coria al posto di Bevis. Al 23', sul calcio d'angolo battuto da Lodi, Fissore colpisce di testa ma non impensierisce l'estremo difensore lucano. Dopo l'ingresso del numero 10 argentino, mister Costantino si gioca anche la carta Piccioni, che entra al posto di Carbonaro. Il gioco è molto spezzettato, con molti falli e pochissime azioni manovrate. Rimangono solamente 10' più recupero per le speranze dei peloritani che, nonostante la grande voglia, non riescono ad imbastire azioni pericolose per mettere in difficoltà Kapustinis. Da una punizione di Lodi, battuta velocemente, nasce un'occasione per il Football Club Messina, sprecata malamente da Fissore che, di testa, lancia una "telefonata" all'estremo difensore lucano. Improvvisa conclusione di Boscaglia che, con un tiro da fuori area, sfiora il doppio vantaggio per i padroni di casa. Tenta il tutto per tutto l'allenatore dei peloritani: Bianco sostituisce Cangemi a poco più di 5' dalla fine. Proteste dei calciatori del Football Club per il quarto fallo di confusione fischiato dall'arbitro su altrettanti calci d'angolo. La panchina di casa, saggiamente, protesta continuamente per spezzettare la partita: l'arbitro fa il gioco del Rotonda estraendo il cartellino giallo nei confronti del secondo portiere lucano. Vengono concessi 5' di recupero. Al 46' il Football Club Messina riesce a trovare il pareggio grazie ad un bellissimo gol di Agnelli che piazza una splendida conclusione all'incrocio dei pali. Al 48' Ciccio Lodi rischia di regalare l'incredibile vantaggio agli ospiti grazie ad un'insidiosa punizione bloccata dall'estremo difensore. Arriva il triplice fischio, in una partita che, fino al 90', sembrava assolutamente maledetta per i peloritani. Grande rammarico per gli uomini di Costantino che, visti i concomitanti pareggi di Acr Messina e Gelbison, buttano al vento l'occasione per riavvicinarsi alla vetta. 

ROTONDA-FC MESSINA 1-1

MARCATORI: 7' Ferreira (R), 46' st Agnelli (M)

Rotonda (3-4-1-2): Kapustinis; Sanzone, De Santis (31' st Calaiò), Giordano; Fricano, Ceesay (11' st Valenti), Bottalico (17' st Boscaglia), Saverino; Adeyemo (31' st Boscaglia); Actis G., Ferreira (14' pt Diop). A disp: Polizzi, Toure', Guzman, Anastasio, Martorelli. All. F. Costantino.
Fc Messina (4-3-1-2): Marone; Marchetti D., Fissore, Cangemi (39' Bianco), Ricossa; Agnelli, Lodi, Bevis (17' st Coria); Arena; Carbonaro (29' st Piccioni), Caballero. A disp: Monti, Da Silva, Palma, Marchetti A., Casella, Aita. All. A. Pepe.
Arbitro: Pacella di Roma 2
Assistenti: Cecchi di Roma 1 e Pasqualetto di Aprilia

Ammoniti: De Santis, Ceesay (R), Carbonaro, Lodi, Coria, Bianco (M)

Corner: 1-9

Sezione: Fc Messina / Data: Dom 09 maggio 2021 alle 16:02
Autore: Marco Boncoddo / Twitter: @menelpallone
Vedi letture
Print