Da oggi il “Franco Scoglio” è tornato ufficialmente in mano al Comune. Scaduta la concessione sottoscritta con l’Acr Messina all’inizio della stagione 2019/2020 e prorogata il 31 dicembre 2019 sino, appunto, al 31 maggio di quest'anno. Al club presieduto da Pietro Sciotto è giunta nelle scorse ore la notifica formale via Pec, al contempo la convocazione per un incontro che dovrebbe svolgersi a Palazzo Zanca, alla presenza anche dei dirigenti dell'Fc Messina, per capire come affrontare le ultime partite della stagione in corso. Probabile data il 7 giugno, all'inizio della settimana che porterà al ritorno in campo: tre le giornate da disputare, nelle quali in due sarà il Football Club a giocare nell'impianto di San Filippo (13 e 20 giugno) e una invece l'Acr Messina (16 giugno).

C'è da chiudere la stagione di Serie D in corso, permettendo l'ingresso parziale della tifoseria nel rispetto delle prescrizioni di sicurezza che dovranno ottenere il via libera degli organi di sicurezza, secondo quanto predisposto dalla Lnd. Per quanto riguarda la prossima Serie C, sarà tutt'altra partita che si giocherà presumibilmente durante i mesi estivi, con diverse ipotesi sul piatto. Per ottenere l'iscrizione alla prossima Lega Pro, con le procedure da ultimare entro il 28 giugno, servirà il nulla osta all'uso dell'impianto da parte del Comune, che andrà allegato alla richiesta. Stesso discorso per eventuali ipotesi di ripescaggio. Viceversa eventuali lavori di adeguamento dell'impianto a quanto previsto dalla Lega Pro, dovranno essere realizzati e ultimati prima del primo impegno ufficiale e accertati durante il sopralluogo specifico della Commissione prefettizia preposta. E' ovvio che servirà qualche settimana per essere pronti, ma soprattutto occorrerà avere le idee chiare su chi dovrà occuparsi di questi interventi. E le strade percorribili sono diverse ma dipendono tutte dal bando di gara in corso per l'affidamento pluriennale dell'impianto.

Se infatti lo stadio dovesse essere affidato all'Fc, automaticamente la responsabilità ricadrebbero sull'unico club che ha presentato l'offerta. La dirigenza ha inviato la Pec al Comune in risposta ai sette quesiti posti dal Rup Salvatore De Francesco, che adesso dovrà valutarne l'attendibilità facendo nuovamente leva sulle valutazioni tecniche dell'esperto esterno, lo “studio Vermiglio”, a cui è già stata affidata la “lettura” dell'originaria proposta ritenuta non pienamente idonea sul piano della stabilità economico-finanziaria dopo il via libera tecnico della Commissione di gara. Che tempi ci saranno? Difficile interpretarlo. Se dovessero essere troppo lunghi rispetto a quelli necessari per essere pronti ai nastri di partenza della prossima Serie C, il Comune potrebbe o occuparsi direttamente dei lavori di sistemazione oppure affidarsi a un soggetto esterno terzo, con un incarico ad hoc. Intanto c'è da chiudere l'attuale stagione, con la gestione comunale, con la gestione organizzativamente derogata in occasione delle singole partite o con una ulteriore proroga. Questo, lo sapremo a breve.

Sezione: Fuori Campo / Data: Mar 01 giugno 2021 alle 13:08
Autore: MNP Redazione / Twitter: @menelpallone
Vedi letture
Print