Città di S.Agata, Giampà: "Dobbiamo lavorare e dare tutto"

Il club biancoazzurro si è affidato all'ex tecnico del Roccella per il dopo Ferrara. L'esordio in panchina in programma domenica sul campo del San Luca. Mercato: vicino l'arrivo del difensore Ibrahime Mbaye
08.01.2021 20:16 di MNP Redazione Twitter:    Vedi letture
Ortoleva e Giampà
Ortoleva e Giampà

È un momento importante per il progetto Città di S.Agata. Lo scorso anno abbiamo dimostrato di essere tra le migliori seconde d’itala, uno score che ci ha permesso a pieno titolo di conquistare la Serie D che mancava da 30 anni. Per varie ragioni non siamo soddisfatti della posizione in classifica e, come legge del calcio, il mister è la prima persona chiamata in causa. Siamo amareggiati perché restano rapporti di cordialità con il mister Ferrara. Oggi firmiamo un altro matrimonio con il tecnico Giampà e ci proiettiamo ad affrontare la seconda parte di campionato con una guida forte, autorevole e carismatica”.
Così il presidente del club biancoazzurro, Antonio Ortoleva, ha aperto la conferenza stampa di presentazione del neo allenatore Domenico Giampà che, dopo l’esperienza al Roccella e un periodo di inattività, riparte dal Città di S.Agata: “Mi butto in questa avventura con entusiasmo sapendo che è una squadra che torna in D dopo 29 anni e faremo di tutti per festeggiare a giugno la permanenza perché è un risultato che la piazza merita”.

Un obiettivo che i biancoazzurri dovranno costruire partita dopo partita, cominciando dalla sfida di domenica sul campo del San Luca e seguendo le indicazioni del nuovo tecnico: “È una squadra che si può adattare al mio tipo di gioco ma se dobbiamo cambiare è normale che ci vorrà tempo. Sicuramente metterò del mio alla squadra, anche perché ogni allenatore ha le sue idee”, ha aggiunto Giampà, intenzionato ad adottare il 4-3-3, ma soprattutto a ottenere buoni risultati: “Ero rimasto fuori dal campo, ora sono tornato e ringrazio la società per questa opportunità perché rimanere fuori è dura. Sono arrivato in ritardo ma sono contento e carico”. Perché il Città di S.Agata? “Quando ci siamo incontrati ho visto subito la voglia e l’entusiasmo della società. Avevo bisogno di una piazza così. Ora dobbiamo dare tutto, sudare la maglia e spero di dare alla squadra quello che avevo da calciatore, perché se dai tutto si può anche perdere ma si ha la coscienza pulita e comunque i risultati arriveranno. Dobbiamo lavorare, faremo qualche doppia in più per recuperare, ma step dopo step o si fa solo confusione”.

Mister Giampà trova quindi una squadra da risollevare nel morale dopo due sconfitte consecutive, ma anche molto cambiata dal mercato. 13 partenze e 10 arrivi fin qui, ma è vicino anche il tesseramento del difensore, classe 1997, Ibrahime Mbaye, ex Troina: “Dovrebbe arrivare a breve, si attende la ratifica – ha concluso il presidente Ortoleva -. Il campo è una palestra, si può sbagliare, ma ci mettiamo la faccia, con lealtà, passione, entusiasmo e umiltà”.

COMUNICATO UFFICIALE ✔️ La Società A.C.D. Città di Sant'Agata comunica di aver raggiunto l'accordo con il...

Pubblicato da Città Di Sant'Agata su Giovedì 7 gennaio 2021