Una partita che hanno preparato bene e me l’aspettavo così. Nel primo tempo meglio loro, nel secondo tempo meglio noi, ma in questo momento contano i risultati e dobbiamo recuperare le energie perché abbiamo uno scontro diretto contro il Rende fra quattro giorni e dobbiamo archiviare subito la sconfitta”. Parole di mister Mimmo Giampà che, nonostante il ko del suo Città di Sant’Agata sul campo del Santa Maria Cilento, cerca subito di guardare oltre.

Un match (2-0) indirizzato da un episodio, come la punizione di Maio: “Siamo poco fortunati. Nella punizione il mio difensore ha preso la palla di spalle, ma se un mio attaccante sbaglia un gol o un difensore una chiusura, può sbagliare anche l’arbitro e non abbiamo perso per questo. Si poteva riprendere, nel secondo tempo mi è piaciuto l’atteggiamento, meno nel primo tempo perchè contro una squadra salva dovevamo mettere più cattiveria”, ha aggiunto il tecnico, che ha rassicurato sulle condizioni di Cicirello, uscito a inizio ripresa: “Ha preso una botta, si stava indurendo il quadricipite ed è uscito, ma domenica sarà a disposizione al 100%”.

E proprio domenica si aprirà la settimana decisiva, con le ultime tre gare ravvicinate, di cui due al “Fresina”: “Sono tre finali, ora abbiamo lo scontro diretto con il Rende. Abbiamo tre punti di vantaggio sul Marina di Ragusa e dobbiamo fare la corsa con loro e il Rende che ha un punto in più. Sarà una partita dura ma dobbiamo fare di tutto per vincere questa partita in casa, perché la vittoria a Sant’Agata manca da tanto tempo”.

Sezione: Serie D / Data: Gio 10 giugno 2021 alle 09:03
Autore: MNP Redazione / Twitter: @menelpallone
Vedi letture
Print