Prima uscita ufficiale per il Città di Sant’Agata, che ha presentato l’organigramma società per la stagione 2021/2022 che i biancoazzurri giocheranno ancora in Serie D. 
“Ci sono i presupposti per fare bene. Ne sono felice perché il Sant’Agata rappresenta la nostra comunità e tutto l’hinterland dei Nebrodi”, ha dichiarato il sindaco del comune tirrenico, Bruno Mancuso: “La società si fonda sulla buona volontà di amici e appassionati che portano avanti un progetto. La grande novità è la presidente di Vincenzo Fazio, accolta all’unanimità, con consenso straordinario che conferma la sua esperienza, professionalità e vicinanza al mondo del calcio. È un presidente rappresentativo che porterà alto in nome della squadra”, ha aggiunto il primo cittadino, garantendo inoltre la “massima collaborazione dell’Amministrazione per sostenere la nuova sfida, sperando di mantenere ancora la serie D, nonostante il confronto con compagini con maggiori mezzi, ma noi metteremo grande voglia e impegno”.

“La D è una bella sfida, per noi è come la serie A. Mantenere la categoria e avere chiuso con un pareggio di bilancio ci consente di avere le carte in regola per il torneo e questo è il frutto dell’attività di tutto il sodalizio”, ha affermato il direttore generale Gianluca Amata, che nonostante le difficoltà ha le idee chiare: “Vogliamo continuare a portare il nome del Città di Sant’Agata in ambito nazionale e onorare al meglio questo campionato. Quest’anno ci siamo salvati alla penultima giornata, il prossimo cercheremo di farlo alla terzultima. Vorremmo arrivarci prima, ma l’obiettivo è sempre la salvezza, che è difficile ma sarebbe un risultato importante”.

Grande emozione, invece, per il neo presidente Vincenzo Fazio: “Non mi sarei mai aspettato questa carica. Pensavo fosse uno scherzo. È un onore e devo ringraziare tutta la dirigenza. Prometto massimo impegno, vogliamo disputare un campionato tranquillo, faremo una bella squadra e, speriamo, con i tifosi sugli spalti”.
Infine, parola al direttore sportivo Ettore Meli, già al lavoro per allestire l’organico e il primo volto nuovo è il portiere Cannizzaro: “Ci aspettiamo una stagione difficile, ma siamo contenti di aver ottenuto la salvezza e ci auguriamo di conquistarla anche il prossimo anno. Per Sant’Agata la D è importante, abbiamo affrontato tante difficoltà”. 
L’obiettivo? “Abbiamo parlato con mister Giampà e vogliamo fare una squadra giovane, con voglia di migliorare sempre. Ci auguriamo che il Città di Sant’Agata diventi trampolino di lancio per tanti giovani, ma sempre con attenzione al bilancio e con i piedi per terra, cercando di commettere meno errori possibili”.
Il ds quindi è già nel pieno del mercato, le trattative non mancano ma si lavora anche al ritiro che dovrebbe cominciare il 9 agosto a San Marco D’Alunzio: “Non abbiamo fretta, ma dobbiamo lavorare con calma e tranquillità. Abbiamo seminato bene in questi anni, parlano di noi come un ambiente serio, in cui si può lavorare e ora abbiamo l’opportunità di scegliere chi far venire”, ha aggiunto Meli, che con il tecnico dovrà valutare i profili più adatti: “Il nostro fuoriclasse è il mister. Siamo convinti di aver fatto la scelta giusta. Ci darà la spinta e i consigli giusti, per farci divertire. Abbiamo tanti nomi sul taccuino, ma valuteremo anche gli aspetti tecnici, economici e comportamentali per i calciatori adatti al progetto. Con il mister sappiamo cosa serve per cominciare con il piede giusto”.

L’organigramma 2021/2022:
Presidente Vincenzo Fazio
Vice presidente Giuseppe Rizzo
Segretario Enzo Sidoti
Cassiere Giuseppe Meneghini
Team manager Salvatore Proto
Direttore generale Gianluca Amata
Direttore sportivo Ettore Meli

Nella foto, da sinistra: Amata, Fazio, Mancuo e Meli

Sezione: Serie D / Data: Mer 21 luglio 2021 alle 10:31
Autore: MNP Redazione / Twitter: @menelpallone
Vedi letture
Print