Una partenza da... Serie A: la doppietta di Ciro Foggia regala all'Acr Messina la miglior partenza dal punto di vista realizzativo dai tempi dell'ultima stagione in A dell'allora Fc. I sedici gol realizzati nelle prime 12 giornate rappresentano un traguardo che infatti non era stato toccato neanche nell'anno dell'ultima promozione dalla D, quando la squadra di mister Catalano aveva realizzato 15 reti, come anche fatto nella stagione 2009/10 nella Serie D che sarebbe poi andata al Milazzo. La squadra biancoscudata mantiene la vetta per la terza giornata consecutiva, come non accadeva dal 2012/13, ma i numeri da capogiro sono quelli di Ciro Foggia, autore finora di otto gol in undici partite, una media di 0.73 gol a match, la seconda media realizzativa nell'intera storia biancoscudata, di poco superiore a quella di Christian Riganò che segnò 19 volte nelle 27 presenze messinesi (0.704 gol a partita). Curiosamente, anche quell'anno Riganò per segnare otto gol impiegò dodici giornate. Prima vittoria con due gol di scarto comunque per la capolista, mentre il San Luca resta a secco di reti per la terza volta in stagione, diventando la nona squadra a perdere due volte in una stagione al Franco Scoglio (la prima in questo campionato) da quando ci sono due squadre messinesi in quarta serie.

Fa molto rumore il tonfo interno del Sant'Agata, che ne prende 6 dal Dattilo; nel girone I l'ultima squadra ad aver segnato così tanto in un singolo match era stato il Palermo contro il Corigliano (6-0, 3 novembre 2019). La squadra trapanese con la scorpacciata del Fresina diventa il secondo miglior attacco del campionato con 18 reti (guida, a 20, la Gelbison) di cui 6 in casa e 12 in trasferta. Nelle ultime due gare lontano dalle mura amiche la squadra di Chianetta ha un parziale di 10-2; al buon rendimento offensivo, sebbene viziato fortemente da queste due ultime uscite, fa eco però la terz'ultima difesa del torneo, con le sole Rende e Sant'Agata, proprio le ultime due avversarie, ad aver fatto peggio.

Lo 0-0 tra Marina di Ragusa e Paternò conferma la scarsa propensione iblea al gol (solo 5 le reti segnate finora), con il sesto match a secco e il secondo 0-0 consecutivo. Per gli ospiti di mister Catalano quarta partita stagionale senza subire gol, ma prima volta in cui alla porta imbattuta non corrispondono i tre punti. Prima volta a secco tra le mura amiche per il Licata, al secondo pari interno consecutivo dopo quattro successi; per gli uomini di Campanella il 2021 è iniziato con l'allergia alla vittoria, che manca dall'1-0 con il San Luca del 20 dicembre. Per il Troina, invece, secondo match consecutivo senza subire gol: per trovare un'altra striscia simile dobbiamo tornare ai tre 1-0 consecutivi contro Marina di Ragusa, Marsala e Cittanovese con cui si era chiuso lo scorso torneo.

😱 OH MY GOAL! 🦂 MANFRÈ si esibisce in questo gesto acrobatico, realizzando una rete clamorosa nel 6 a 1 del Dattilo sul Città di S.Agata 😍 BUON LUNEDÌ A TUTTI #wesportit #dattilo #cittadisantagata #manfre #seried #gironei #leganazionaledilettanti #legadilettanti #goal #goaloftheseason #goaloftheday #goaloftheweek

Pubblicato da WeSport.it su Lunedì 18 gennaio 2021
Sezione: Serie D / Data: Lun 18 gennaio 2021 alle 08:25
Autore: Gregorio Parisi / Twitter: @wikigreg
Vedi letture
Print