Continua il programma di allenamenti della Gelbison che, però, come tutti (eccetto recuperi), tornerà in campo solo domenica 9 maggio. La pausa forzata non sempre è un vantaggio, come ha affermato il difensore rossoblù, Francesco Bruno, attraverso i canali social del club campano: “È una sosta che ci aiuta a recuperare gli acciaccati, però non fanno bene questi 15 giorni di stop, perché spezzano il ritmo partita. Siamo professionisti, lavoriamo bene tutti i giorni, ma dopo la sosta non si sa ma come potrà andare”.

Il classe 1990, fino allo scorso anno in forza all’Acr Messina e, dopo la prima parta di stagione al Lavello, è approdato alla Gelbison a gennaio: “Mi sono integrato subito nel gruppo e mi sono sentito parte integrante”, ha aggiunto Bruno che, nonostante il gap di 4 punti dall’Fc Messina e 6 dal primo posto dell’Acr, non si arrende: “Sognare non costa nulla, ci crediamo e per noi saranno sette finali”. A cominciare dal match in casa del Licata: “Sappiamo che sarà una partita difficile, ma non molliamo e ci crediamo fino alla fine”.

Sezione: Avversarie / Data: Gio 29 aprile 2021 alle 16:43
Autore: MNP Redazione / Twitter: @menelpallone
Vedi letture
Print