Rivoluzione Sant'Agata? Ferrara in dubbio, Furnari dietro l'angolo

La conferma del tecnico barcellonese sulla panchina biancoazzurra non è certa. Il club valuta altre ipotesi: Peppe Furnari, sempre più lontano dall'Igea, ma anche Antonio Alacqua
22.06.2020 09:43 di Davide Billa   Vedi letture
Giuseppe Furnari
Giuseppe Furnari

La promozione in Serie D, che sarà ratificata nei prossimi giorni, ha aperto un nuovo ciclo per il Città di S.Agata, che dovrà confrontarsi con un campionato ben più complesso e impegnativo e, da matricola, dovrà presto ambientarsi.
La festa in piazza ha liberato quella gioia, sopita per tanti mesi, per un risultato che il club del presidente Antonio Ortoleva ha inseguito a lungo negli ultimi anni. Non è arrivato sul campo ma è un risultato comunque meritato per il Città di S.Agata che, adesso, dovrà concentrarsi sulla programmazione del futuro.

Ed è un futuro che, in casa biancoazzurra, sembra già iniziato, anche se con qualche inattesa sorpresa. Nonostante le conferme dei giorni scorsi, infatti, non appare così certa e scontata la permanenza di mister Pasquale Ferrara sulla panchina del Città di S.Agata che si starebbe già guardando intorno.
Ci sarebbero diversità di vedute all’interno dei vertici del club neo promosso in quarta serie: parte della dirigenza vorrebbe continuare il percorso iniziato con il tecnico barcellonese, ma non mancano le alternative. Due i nomi in particolare, sostenuti da varie correnti di pensiero, e sarebbero quelli di Antonio Alacqua, lontano dal campo per motivi di lavoro dall’esperienza nel 2019 sulla panchina della Sancataldese in serie D (conclusa con la retrocessione ai play-out), ma soprattutto quello di Peppe Furnari, che in D ha guidato alla salvezza il Città di Messina e, nell’ultima stagione, ha allenato l’Igea 1946, ritornata in Eccellenza.

A Barcellona, però, la conferma del tecnico giallorosso è ancora lontana e il mancato accordo con il club del presidente Stefano Barresi fa presagire una separazione. Le parti sono molto distanti e questo potrebbe aprire le porte per un ritorno di Furnari in serie D, ma con la matricola biancoazzurra.
Un profilo gradito a una parte della dirigenza, che vorrebbe puntare tutto sull’allenatore messinese: si tratterebbe di un ribaltone inatteso e – secondo indiscrezioni dalla provincia tirrenica – non si escludono clamorosi colpi di scena. Ulteriori novità dovrebbero arrivare già nei prossimi giorni, ma l’addio di Ferrara e l’eventuale ingaggio di Furnari sarebbero più di una semplice suggestione.