Il pesante 5-0 inflitto alla Cavese dalla Ternana di Cristiano Lucarelli ha acceso più di un campanello d’allarme in casa campana. Il tecnico Giacomo Modica ha rassegnato le proprie dimissioni nel corso della conferenza stampa post partita, ma sono state respinte con forza dalla dirigenza blufoncè, con in testa il presidente Massimiliano Santoriello che, affiancato dal dg Pavone e dal ds Aiello, ha ribadito totale appoggio a Modica, il cui contratto scadrà nel giugno del 2022.

Il tecnico di Mazara del Vallo - si legge nel comunicato stampa diramato dalla Cavese - rimane saldamente alla guida della squadra, con la certezza che il tempo, il lavoro e la coesione di tutte le componenti, garantiranno il raggiungimento dei risultati e degli obiettivi da tutti auspicati”. Richiamato a luglio scorso, Modica dovrà “dare inizio a un percorso tecnico di medio-lungo temine, che si fonda sulla crescita dei tanti giovani presenti in organico e mette inevitabilmente in conto, nelle sue fasi iniziali, anche qualche dolorosa battuta a vuoto”.

Quella con la Ternana è stata la sesta sconfitta in stagione per la Cavese, penultima in classifica con 5 punti all’attivo e davanti solo al Palermo, che però ha giocato quattro partite in meno rispetto ai campani. Va molto meglio, invece, alla Ternana di Lucarelli che guida il Girone C di Serie C con 21 punti, quattro in più della coppia formata da Bari e Teramo che occupa il secondo posto.

Sezione: Erano a Messina / Data: Lun 09 novembre 2020 alle 19:27
Autore: MNP Redazione / Twitter: @menelpallone
Vedi letture
Print