Si interrompe l’esperienza al Savoia per Gennaro Esposito, attaccante classe ’84, al Messina tra l’estate ed il dicembre 2019. Centravanti di grande esperienza, ha vestito, nel corso della sua carriera, ben ventiquattro maglie diverse, di cui quattordici campane. Ironia della sorte, nonostante abbia militato in moltissime squadre della sua regione d’origine, non ha mai indossato la maglia verde dell’Avellino, compagine della sua città natale.

Sfortunata la sua esperienza in giallorosso: dopo la firma in estate, infatti, Esposito è rimasto fermo per un infortunio, racimolando solamente 9 presenze ed una rete (in Corigliano-Messina 1-4). Accasatosi al Giugliano, nel corso del mercato di dicembre, riesce a siglare ben cinque reti in undici presenze, prima dello stop dovuto all’emergenza sanitaria. Nel dicembre scorso, un pò a sorpresa, passa alla Puteolana, rimanendo soltanto un mese.

A gennaio cambia nuovamente squadra, accettando la corte del Savoia, squadra nella quale, tra il 2016 ed il 2018, ha siglato 39 reti in 46 presenze. Gli elementi per l’happy ending c’erano tutti ma, nella giornata di oggi, arrivano le dichiarazioni dello stesso attaccante: “eh si purtroppo è vero... non tutte le favole hanno un lieto fine. Ringrazio gli uomini che mi hanno dato la possibilità di tornare a vestire questa gloriosa maglia, lì dove l'avevo lasciata e, dove spero di non rivederla più! L’Us Savoia 1908 e la famiglia Mazzamauro meritano il calcio professionistico! Con orgoglio e dignità, mi rimetto in gioco, con la consapevolezza che ho ancora tanto da dare in questo calcio. Ad Maiora”.

Non è bastato, quindi, lo sviscerato amore per la squadra torrese a far rimanere Esposito “quieto” per una stagione. A breve, probabilmente, sapremo qualcosa in più sulla nuova squadra del calciatore irpino.

Sezione: Erano a Messina / Data: Mer 24 marzo 2021 alle 15:55
Autore: Marco Boncoddo / Twitter: @menelpallone
Vedi letture
Print