Covid, test rapidi e autocertificazioni: così riparte la Serie D

Diramato il nuovo protocollo in vista della ripresa del campionato in programma il prossimo 13 dicembre: varrà anche per il calcio a 5 e le donne
01.12.2020 11:08 di MNP Redazione Twitter:    Vedi letture
Covid, test rapidi e autocertificazioni: così riparte la Serie D

Un test a settimana per tutto il gruppo squadra entro 48 ore dall'inizio del match in cartello, ma anche un'autocertificazione da compilare ogni sette giorni per attestare l'assenza di contatti sospetti. Sono queste le novità principali del nuovo protocollo indirizzato ai campionati di Serie D, calcio a 5 maschile e a undici femminile. Gli esami finalizzati a individuare, isolare e prevenire eventuali contagi da Covid possono essere i Pcr o, in alternativa anche gli antigenici, la cui validità e precisione sono ormai assodate. Bisognerebbe poi individuare un esame unico per tutto il territorio nazionale, al fine di avere criteri uniformi, senza trascurare i profili di scientificità ed economia. La raccolta dei campioni, da trasferire per l'analisi a una struttura accreditata, deve essere affidata al personale medico o adeguatamente formato tramite il protocollo Map. La positività dell'atleta equivarrà a contagio e avrà come conseguenza immediata l'isolamento e la quarantena.

Il caso emerso in seguito a test rapido dovrà essere sottoposto a tampone molecolare di conferma. Un'indagine sierologica - si spiega nel comunicato - potrebbe essere utile per avere un quadro generale della situazione al momento della ripresa degli allenamenti, mentre ogni comportamento cautelativo ulteriore è naturalmente apprezzato. È bene puntualizzare che l'uso dei test “non deve minimamente impattare sulla disponibilità del reagentario da dedicarsi in maniera assoluta ai bisogni sanitari del Paese”, e si intende esclusivamente a carico delle singole Società. La scoperta di un contagio farà scattare le normali attività di contact tracing, in collaborazione con l'Asl, contemporaneamente imporrà ogni due giorni, e fino al termine della quarantena, l'effettuazione di test rapidi o molecolari per i compagni di squadra negativi . 

Rimangono ovviamente in vigore le disposizioni relative al distanziamento sociale, all'uso obbligatorio di mascherina - fatta eccezione per l'attività agonistica sportiva - all'igiene accurata delle mani, tramite lavaggio frequente o uso di appositi gel. È raccomandata, inoltre, la limitazione delle riunioni tecniche in luoghi chiusi e sono vietati abbracci e comportamenti a rischio. Per quanto possibile si consiglia l'uso di mezzi individuali per gli spostamenti. 

️ #SerieD La decisione necessaria a seguito della trasmissione odierna della “bozza” di aggiornamento del Protocollo...

Pubblicato da Lega Nazionale Dilettanti su Lunedì 30 novembre 2020