Lo stop nel momento più opportuno per ricaricare le energie e mettersi alle spalle le ultime giornate poco positive. Il Città di Sant’Agata cerca così di guardare il lato positivo di una pausa forzata che costringe le squadre a rivedere programmi e allenamenti prima di tornare in campo il 9 maggio. Dopo una serie di 7 gare utili, i biancoazzurri hanno raccolto appena un punto tre incontri ravvicinati: “In quella settimana abbiamo perso contro l’Fc Messina e ci può stare, poi anche lo scontro diretto in casa con il Paternò e abbiamo pareggiato a Roccella. Potevamo tirarci fuori da una situazione pericolosa, ma nel calcio contano i risultati: con il Paternò non meritavamo di perdere, mentre a Roccella abbiamo costruito tanto ma anche lasciato 5-6 palle gol. C’è stato un calo fisiologico mentale, non fisico”, ha commentato mister Mimmo Giampà intervenuto in diretta radio su “Antenna Gol”, analizzando il periodo dei biancoazzurri: “La sosta ci servirà per ricaricarci. Siamo a tre punti dalla salvezza, ma dobbiamo pensare, come prima, partita dopo partita, sapendo che non ci saranno gare facili. In 7 partite dobbiamo recuperare tre punti, ma ora dobbiamo pensare solo al San Luca”.

Il Città di Sant’Agata, nonostante i risultati negativi, si trova in zona play-out con 28 punti, ma la salvezza diretta resta un obiettivo possibile: “La squadra ci ha sempre creduto, ci sono 21 punti a disposizione e abbiamo tutte le possibilità per recuperare”, ha aggiunto il tecnico che, dopo l’ulteriore stop (dal 2 al 9 maggio) deciso dalla Lega, ha dovuto rivedere il piano di lavoro: “La pausa è necessaria perché per regolamento si devono recuperare le partite precedenti. Noi avevamo cominciato a lavorare con determinati carichi sapendo di giocare domenica 2, ma non è un problema. Ora abbiamo un’altra settimana per programmare il lavoro e affrontare l’ultimo mese. Con il caldo si deve stare bene fisicamente e lo stop può servire specialmente a noi per recuperare energie mentali”.

La squadra dovrà arrivare pronta alla ripresa nel difficile match interno contro il San Luca che, invece, lotta per i play-off. I biancoazzurri saranno impegnati quattro volte al “Fresina” e tre in trasferta e, proprio in casa, avranno gli scontri diretti con Troina e Rende, per chiudere con l’Acr Messina, quando i giallorossi potrebbero già essere promossi: “Spero nella doppia festa e che si possa festeggiare insieme. Non faccio il tifo, ma il calendario dice che l’Acr affronterà anche le nostre dirette concorrenti e se dovesse vincere…”.

Un aiuto alla corsa salvezza dunque potrebbe arrivare anche dalla capolista, ma mister Giampà punta sulla forza e compattezza del gruppo, in attesa di sapere se e quando sarà rivisto il regolamento play-out, con una o due retrocessioni dirette più una o due ai play-out: “Se ne parla da settimane ma dobbiamo giocare pensando al regolamento attuale o sarebbe un errore madornale. La dirigenza ha entusiasmo, hanno cambiato molto, ma da quando sono arrivato abbiamo cercato di creare un bel gruppo, perché ti salvi con il gruppo non cambiando sempre giocatori. Ora dobbiamo solo pensare a dare il massimo in ogni partita. Abbiamo sbagliato una settimana ma nulla è compromesso”.

Sezione: Serie D / Data: Mar 27 aprile 2021 alle 14:56
Autore: MNP Redazione / Twitter: @menelpallone
Vedi letture
Print