L'Igea 1946 si prende i primi tre punti: 1-0 contro la Virtus Ispica

Al "D'Alcontres-Barone" i giallorossi di mister Peppe Furnari debuttano nel modo migliore, conquistando la prima vittoria in campionato. Decide, nel primo tempo, il rigore del finlandese Multanen
20.09.2020 15:35 di MNP Redazione Twitter:    Vedi letture
L'Igea 1946 si prende i primi tre punti: 1-0 contro la Virtus Ispica

Comincia dal "D'Alcontres-Barone" il campionato dell'Igea 1946 che, guidata dal confermato mister Peppe Furnari, debutta in Eccellenza contro la Virtus Ispica, formazione ragusana all'esordio dopo aver rilevato il titolo del Città di Rosolini.
Il tecnico barcellonese, dopo aver ottenuto la qualificazione in Coppa Italia contro l'Acquedolci, vuole partire con il piede giusto anche nel torneo e si affida al 4-3-3 con Multanen, Genovese, Biondo in avanti, supportati dai prezzi pregiati del mercato come Cardia e Assenzio.

Primo tempo: Sono i padroni di casa che cercando di gestire il gioco e fare la partita e, dopo qualche sortita offensiva, al 9' una grande chance per Assenzio che, lanciato da Multanen, si presenta solo davanti a Incatasciato, prova a scavalcarlo ma non inquadra lo specchio e calcia fuori. I giallorossi pressano e al 15' passano su calcio di rigore procurato da Assenzio (atterrato da Rodriguez) e trasformato da Multanen, che sblocca il punteggio e firma la prima rete in campionato dell'Igea. Al 25' Biondo scappa sulla destra, entra in area e mette in mezzo per Assenzio che non riesce a calciare; sfera ribattuta su Multanen che riapre per Genovese a sinistra, ma il cross basso è preda del portiere. I locali continuano ad attaccare, nonostante qualche tentativo ospite di impensierire Lo Monaco. Al 30' si vede la Virtus Ispica con il lancio lungo per Achaval, ma Lo Monaco chiude lo specchio e respinge la buona occasione dell'attaccante ospite. Al 36' Multanen entra in area, salta un uomo e serve sul secondo palo Genovese, che colpisce male da pochi passi e manda a lato: Igea vicino al raddoppio. Al 42' Assenzio serve Genovese in area, che si libera del difensore, si accentra e calcia, ma la sfera esce di poco a lato. Al 46' l'ultima azione della prima frazione è ancora dei giallorossi: angolo di Assenzio e colpo di testa di Sciotto che non centra il bersaglio e, sul duplice fischio, le due squadra vanno negli spogliatoi. Igea che chiude sull'1-0 ma anche tante occasioni fallite contro una Virtus Ispica poco attiva in avanti.

Secondo tempo: Parte subito bene la Virtus Ispica con Achaval che va via in velocità, Lo Monaco esce e si scontrano, palla a Costa che tenta il tiro dalla distanza che finisce alta. Poco dopo, sugli sviluppi di una punizione, ci prova anche Spoto da fuori area, ma mira imprecisa. L'Igea però reagisce subito e crea una buona occasione con una discesa di Assenzio, ma viene fermato al momento del tiro. Al 67' si rende pericolosa ancora la Virtus con Cavallo, che tenta da fuori ma Lo Monaco alza in angolo; sul successivo corner la difesa libera, Biondo lascia Genovese, che solo davanti al portiere prova il tocco sotto ma colpisce male e manda a lato. Grande occasione sprecata dai giallorossi. A 71' è Biondo, invece, a impegnare Incatasciato: l'attaccante, servito da un filtrante di Assenzio, calcia di destro ma il portiere riesce a respingere sul primo palo. Barcellonesi ancora vicini al raddoppio: al 74' traversone di Cardia e sul secondo palo spunta Assenzio ma manda a lato. Al 76' mister Furnari manda in campo Ferraù per Multanen e un minuto dopo Longo serve a sinistra Genovese, che entra in area e da posizione ravvicinata si fa respingere il tiro dal portiere. Al 77' la migliore occasione degli ospiti con Achaval che mette in mezzo per Spoto, ma Lo Monaco è provvidenziale. Battute finali al "D'Alcontres" con l'Igea che cerca di controllare e far scorrere il tempo, mentre la Virtus prova a gettarsi in avanti. Non succede più nulla e dopo tre minuti di recupero la squadra di mister Furnari si prende la prima vittoria e i primi tre punti in campionato, pur in sofferenza non riuscendo a chiudere prima la gara. Diverse le occasioni fallite contro la Virtus Ispica, davvero pericolosa solo nella ripresa. Alla fine, però, i barcellonesi controllano e portano a casa l'importante 1-0, firmato dal rigore di Multanen


IGEA 1946-VIRTUS ISPICA 1-0
Marcatori: 15' (rig.) Multanen

Igea 1946: Lo Monaco, La Rosa, Longo (39' st Crifò), Sciotto (16' st Tricamo), Cassaro, Trimboli, Cardia, Assenzio, Multanen (21' st Ferraù), Genovese, Biondo. All.: Furnari
Virtus Ispica: Incatasciato, Bonaventura F. (17' st Bonaventura M.), Butera, Monaco (1' st Iurato), Rodriguez, Milana, Cavallo, Costa, Achaval, Spoto, Serrago. All.: Monaca
Arbitro: Comito di Messina
Assistenti: Quattrotto e Chillè di Messina
Ammoniti: Cassaro (I), Spoto (VI), Lo Monaco (I)