Fc, 4-2 in famiglia. Rigoli soddisfatto: "Stiamo assimilando i dettami"

Il tecnico contento dei suoi dopo la partitella del Despar: "Stiamo provando a far capire ai ragazzi dove siamo e qual è il nostro obiettivo, ambizioso e importante"
22.11.2020 18:36 di MNP Redazione Twitter:    Vedi letture
© foto di Messina nel pallone
Fc, 4-2 in famiglia. Rigoli soddisfatto: "Stiamo assimilando i dettami"

Test meno intenso ma comunque non privo di spunti per l'Fc Messina di Pino Rigoli che, stamattina, ha dato vita al Despar Stadium a una partitella in famiglia di ottanta minuti in cui la squadra dei titolari ha superato 4-2 la squadra delle cosiddette seconde linee, avanti nella prima frazione con Noguera ma poi ribaltata nella ripresa dalle reti di Dambros, Fissore, Bevis e Garetto (gol "bianco" del momentaneo 3-2 di Kellian).

"Ogni giorno ricevo feedback da parte dei ragazzi - commenta il tecnico a margine della partitella -, stiamo chiedendo situazioni che possono migliorare l'aspetto tecnico tattico e dell'approccio, ma stiamo facendo passi in avanti, sono contento per come ci approcciamo. Ci sono differenze per ora tra over e under, tanti ragazzi arrivano dai settori giovanili e stiamo provando a far capire loro dove siamo e qual è l'obiettivo, ambizioso e importante". La squadra è sembrata vispa e in miglioramento sotto il punto di vista dell'amalgama: "Come staff stiamo facendo delle richieste, i tempi di assimilazione iniziano a diventare congrui con quello che dobbiamo fare, stiamo lavorando sotto questo aspetto; nei primi allenamenti le partitelle finivano spesso 0-0, oltre a curare la parte difensiva oggi facciamo quei 3-4 gol a squadra che per me sono un segnale positivo. Ci sono dei tempi di latenza per assimiliare le cose, alcuni sono più veloci di altri ma nei ragazzi c'è molta determinazione".

Oggi fuori per infortunio Aita, Caballero, Camara, Carbonaro, Coria e Giuffrida, cui si sono aggiunti durante l'incontro Marone (scontro di gioco) e Dambros (problema alla caviglia); mai come in questa stagione la profondità dell'organico è fondamentale: "Il problema degli infortuni, avendo una rosa ampia, ci sta condizionando relativamente - afferma il mister -; abbiamo alzato l'asticella dell'intensità e questo ci porta a qualche problema, anche se abbiamo avuto infortuni di contusione, come Carbonaro e Dambros; lo staff medico lavora notte e giorno però, per giorno 6 cercheremo di recuperare tutti". Due settimane e, infatti, tornerà ufficialmente il campionato: "È fondamentale avere finalmente una data certa, perché i ragazzi hanno lavorato con abnegazione e si sono sempre applicati, ma ora abbiamo un obiettivo ben definito per prepararci al meglio".