La Nuova Rinascita frena il Milazzo: a segno Cariolo e Spanò

I mamertini avanti con una perla dell'attaccante, nella ripresa soffrono la reazione degli ospiti che prima sbagliano un rigore poi segnano e rischiano addirittura di vincere
26.10.2020 15:40 di MNP Redazione Twitter:    Vedi letture
Fonte: Domenico Lombardo (Ufficio stampa Milazzo)
La Nuova Rinascita frena il Milazzo: a segno Cariolo e Spanò

Non basta una perla di Silvano Cariolo al Milazzo che al “Marco Salmeri” non riesce ad avere la meglio sulla Nuova Rinascita, impattando per 1-1. Alla luce di quanto accaduto in campo, il risultato è sostanzialmente equo. I rossoblù, in vantaggio a fine primo tempo, non sono riusciti a infliggere il colpo del ko alla formazione del neo-tecnico Giarrizzo, venuta fuori alla distanza e che ha anche rischiato di aggiudicarsi l'intera posta in palio.

Mister Caragliano (squalificato) deve fare a meno di un notevole numero di elementi ma in extremis recupera Laquidara, Alosi e Calcagno per la panchina, schiera Cariolo al centro dell'attacco, nonostante non in perfette condizioni, e presenta i due under Lembo e Irrera in un reparto difensivo in totale emergenza, completato dal capitano Matinella e dal jolly Sterrantino. Fra i pali torna Scibilia. Nei primi minuti è la Nuova Rinascita a tentare qualche sortita offensiva. Il match stenta a decollare. Al 20'destro di Sorrenti che si perde alto. Il direttore di gara lascia correre un po' troppo, ignorando alcuni falli sembrati abbastanza evidenti ai più.Il Milazzo non riesce ad imbastire un'azione offensiva anche per merito della retroguardia pattese che lascia spazi esigui. Al 25' però si registra una colossale occasione per il Milazzo: punizione di D'Anna, sponda di Matinella che rimette in mezzo per Cariolo il quale da pochi metri calcia incredibilmente fuori a Giuttari battuto. La punta rossoblù si rifà con gli interessi due minuti dopo quando riceve la sfera dalle retrovie, la porta avanti col tacco, penetra in area di rigore resistendo agli attacchi avversari e fulmina Giuttari . Poco o nulla da registrare nel prosieguo della prima frazione, se non una conclusione di Jaiteh al 39' che sorvola la traversa e un paio di duri interventi dei calciatori pattesi non puniti con il cartellino.

Ad inizio ripresa dentro Trimboli che rileva Giovanni De Marco. I ritmi sono soporiferi, il Milazzo ha il controllo della partita ma non produce rilevanti pericoli dalle parti di Giuttari. Non succede nulla fino a metà secondo tempo quando la Nuova Rinascita, mai pericolosa sino a quel momento, comincia a creare seri grattacapi ai ragazzi di Caragliano. Al 70' l'estremo difensore Scibilia frana addosso a Olivo e il signor Pecora assegna il penalty per gli ospiti. Dal dischetto calcia Spanò ma Scibilia conferma la sua fama di pararigori e respinge con un balzo felino. Un minuto dopo il Milazzo resta in dieci uomini per il doppio giallo a Matinella reo di un fallo ai danni ancora di Olivo. La superiorità numerica da fiducia alla Nuova Rinascita che alza notevolmente il baricentro e al 78' trova il pari con un colpo di testa di Spanò sugli sviluppi di un calcio di punizione di Bongiovanni dall'out di sinistra. All'80' è ancora la formazione ospite a sfiorare il gol con Jaiteh che calcia sul palo esterno da pochi metri. I mamertini tentano di approntare una reazione con la forza della disperazione che produce soltanto un tentativo da fuori area di Chicco D'Anna, uno degli ultimi ad arrendersi, sventato senza problemi da Giuttari in pieno recupero.

Un'occasione persa per guadagnare terreno in classifica per il Milazzo, reo di non aver messo in cassaforte il risultato nella seconda frazione. Le numerosissime assenze possono costituire un' attenuante ma serve un deciso cambio di marcia per rimettersi in carreggiata.

Mercoledì 28 ottobre il Milazzo avrebbe dovuto affrontare la Santangiolese nel recupero della quinta giornata ma il nuovo DPCM emesso quest'oggi ha fermato il calcio dilettantistico per motivi di sicurezza nazionale in virtù del dilagare del Covid-19. Per poter vedere nuovamente rotolare un pallone si dovrà attendere, nell'ipotesi più ottimistica, la fine del mese di novembre.

MILAZZO: Scibilia, Sterrantino, Lembo; Presti (93' Laquidara), Irrera, Matinella; Recupero, De Marco Gio. (46' Trimboli)., Cariolo (67' Di Bella), D'Anna, De Marco Giu. (74' Mazzara).. A disposizione: Foti, Alosi, Calcagno,Maio, Salmeri. All. Caragliano (squalificato, in panchina Di Blasi)

NUOVA RINASCITA: Giuttari, Olivo, (75' La Rosa) Lunetta (51' Bongiovanni); Jaiten, Filistad, Rottino; Sorrenti, Zuccarelli, Canduci (64' Scardino), Accetta (88'Alessandro), Antonuccio (59' Spanò).A disposizione: Natoli, Saia,Collorafi, Biondo,. All. Giarrizzo.

Marcatori: 27'Cariolo, 78' Spanò

Arbitro: Pecora di Messina. Assistenti: Spanò e Di Stefano di Messina

NOTE: Angoli 2-3. Al 71' espulso Matinella (M) per doppia ammonizione. Ammoniti: Olivo , Jaiteh , Bongiovanni , Scibilia (M), Sterrantino (M). Al 70' Scibilia para un rigore a Spanò