Calma piatta per i “messinesi” delle tre serie professionistiche: in questo weekend, infatti, sono stati in pochi a giocare tutti i 90’ nelle squadre di appartenenza, mentre l’unica rete è stata siglata da Luca Calapai, in Catania-Potenza 5-2. Continua, in massima serie, il ruolo di “subentrato” per Fernando Forestieri (Udinese), mandato in campo da Gotti al 65’ del match contro il Torino. Il messinese di “seconda generazione” si rende pericoloso a 5’ dalla fine, impegnando seriamente l’estremo difensore granata. La partita, però, terminerà comunque con la vittoria di misura dei torinesi alla Dacia Arena.

In serie B fanno festa Crimi e Montalto (Reggina), vittoriosi nella sfida tra i calabresi ed il Vicenza. Nonostante mister Baroni possa contare su attaccanti del calibro di Denis e Menez, è la punta ericina a partire dal 1’, impegnando costantemente la retroguardia dei vicentini. Con il risultato sul 2-0, l’allenatore reggino decide di farlo rifiatare, sostituendolo, al 55’, con Denis, che segnerà il terzo gol calabrese un minuto dopo il suo ingresso in campo. Solamente uno scampolo di gara, invece, per Crimi, mandato in campo al 78’ per congelare la gara, ormai priva di emozioni. Gioca un quarto d’ora scarso anche Marco Rosafio (Cittadella), inserito al 77’ di Frosinone-Cittadella 1-1: l’ex biancoscudato riesce, comunque, a scagliare due tiri verso la porta dei ciociari ma senza nessuna fortuna. Va ancora peggio ad Antonino Ragusa (Brescia), che gioca soltanto i 7’ finali di Brescia-Pescara 1-1. Entra poco prima, al 71’, Mangraviti (Brescia), colpevole di uno sfortunato rimpallo che dà il la al pareggio degli adriatici al Rigamonti. Da matita rossa, invece, l’errore di Matteo Brunori (V.Entella) in Entella-Salernitana 0-3. Servito con un cross al bacio, non riesce ad agganciare in scivolata davanti alla porta sguarnita. Viene, poi, sostituito al 78’, con la Salernitana in pieno controllo della gara.

Mezza partita esatta viene regalata a Sergio Floccari (Spal), inizialmente in panchina nella sfida che gli emiliani conquistano al Via del Mare di Lecce. Non si mette particolarmente in mostra ma, come sempre, si pone al servizio della squadra coprendo tutto il campo con corsa e senso della posizione. Dulcis in fundo Federico Dionisi (Ascoli), unico ex messinese di serie B a giocare tutta la partita nella vittoria dei marchigiani contro il quotato Monza. Svaria per tutto il fronte offensivo, indossando i panni, alternativamente, del rifinitore e della prima punta.

Poco da raccontare anche in serie C: gli unici “peloritani” ad esultare, infatti, sono stati Giosa, Calapai e Dall’Oglio (Catania), vittoriosi sul Potenza. L’esterno nativo di Messina, poi, è riuscito a siglare il gol del 2-1, prima della goleada etnea nella seconda frazione di gioco. Sconfitte, invece, per Peppe Rizzo (Triestina), battuto a Padova e Mattia Maita (Bari) che cade ad Avellino.

Sezione: Erano a Messina / Data: Lun 12 aprile 2021 alle 17:07
Autore: Marco Boncoddo / Twitter: @menelpallone
Vedi letture
Print