Stati d'animo contrastanti nel ricordo di una data indelebile, scolpita con una marchio di fuoco giallorosso nella memoria di tutti i tifosi del Messina. Quel 17 giugno 2001 non potrà mai essere dimenticato. Finale playoff per la Serie B, non una qualsiasi ma con la rivale più acerrima, il Catania. La decise Sullo dal dischetto, al 9' del secondo tempo. Ma purtroppo quella giornata passò alla storia anche per un altro motivo, una macchia incancellabile che tutto l'ambiente biancoscudato porta ancora addosso. La morte di un tifoso, Tonino Currò, 23enne giunto da Rometta per festeggiare i suoi colori del cuore e che invece ha trovato in curva nord la morte, per colpa di una bomba carta lanciata dal settore ospite. Un giovane vita spezzata, in uno dei giorni più sportivamente importanti della lunga storia giallorossa.

Sezione: Amarcord / Data: Gio 17 giugno 2021 alle 11:52
Autore: MNP Redazione / Twitter: @menelpallone
Vedi letture
Print